Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) –
Al via Sanremo 2024. Prima serata del 74esimo festival oggi, martedì 6 febbraio, in diretta dal Teatro Ariston. Marco Mengoni co-conduttore della kermesse con Amadeus, l'apertura della fanfara, Ibrahimovic ospite a sorpresa, la commozione per la lettera della mamma di GiòGiò, l'omaggio a Toto Cutugno, grandi applausi per Fiorella Mannoia, l'ovazione per Loredana Bertè.  E' stato l'inno della fanfara del IV reggimento dei Carabinieri a cavallo ad aprire questa edizione della kermesse, insieme alla mascotte del reggimento, Briciola, vestita in 'uniforme' per l'occasione. Sul palco dell'Ariston è entrato Marco Mengoni, elegantissimo in giacca nera Armani con ricamo dorato sul petto. Visibilmente emozionato, l'artista ha esordito da co-conduttore della serata: "Tra un attimo, nulla sarà come prima. Ascolteremo le canzoni che ci cambieranno la vita", ha detto Mengoni. Che ha poi chiesto al pubblico: "Prendiamo un respiro tutti insieme. Che il 74esimo festival abbia inizio", lasciando poi il palco ad Amadeus che ha dato il via alla serata. "E' qui la festa", ha detto mandando un saluto all'amico Jovanotti e andando a salutare con un bacio il figlio José seduto in prima fila. Primo ospite, a sorpresa, della serata Zlatan Ibrahimovic tornato all'Ariston a due anni dall'esperienza alla co-conduzione per proteggere Amadeus da se stesso. "Che ci fai qui?", chiede Amadeus quando l'ex campione del Milan lo raggiunge sul palco dopo aver distribuito al pubblico in platea santini con la sua immagine. "Che ci fai tu qui?", dice Zlatan. "Quanti anni hai?", chiede l'ex calciatore. "62", risponde Amadeus. "Io 42 e ho smesso, perché ho ascoltato il mio corpo. Sono qui per proteggerti", dice tra le risate Ibrahimovic.  Il finale è all'insegna dell'ironia sul futuro del direttore artistico e conduttore del festival: "Ok io mi siedo ma se ti vedo stanco chiedo il cambio, perché qui fuori c'è la fila di presentatori, la panchina è lunga". Fiorello cita Chiara Ferragni   Collegamento dall'esterno dell'Ariston per Fiorello. "Hai visto il mantello? Per fare tutta sta roba abbiamo preso il budget di una puntata di Bella Ma' su Raidue", ha detto ad Amadeus. Il mantello ha un messaggio per il direttore artistico: 'Ama pensati libero… E' l'ultimo'. Il riferimento è all'ultimo Festival che Amadeus dovrebbe condurre e il messaggio viene recapitato con un capo d'abbigliamento che ricorda quello indossato un anno fa da Chiara Ferragni. "Questo doveva essere il finale, ma ho pensato 'meglio che me lo gioco subito' visti tutti questi allarmi…", ha aggiunto Fiorello.  La prima cantante in gara a salire sul palco è stata Clara. A seguire Sangiovanni, Fiorella Mannoia, che ha ricevuto tanti applausi, La Sad, che hanno portato sul palco il tema del suicidio, Irama, quindi Ghali, Negramaro, Annalisa, Mahmood, Diodato, Loredana Bertè, che ha ricevuto una ovazione, Geolier, Alessandra Amoroso. E poi ancora: The Kolors, Angelina Mango, Il Volo, Big Mama, Ricchi & Poveri, Emma, Nek & Renga, Mr. Rain, Bnkr44, Gazzelle, Dargen D'Amico, Rosa Villain, Santi Francesi, Fred De Palma, Maninni, Alfa e, infine, Il Tre.  Commozione e standing ovation al Teatro Ariston per il ricordo di Giovambattista Cutolo, il musicista ucciso a 24 anni per una lite su un parcheggio. La mamma del ragazzo ha letto una lettera al figlio ucciso questa estate a Napoli da tre colpi di pistola esplosi da un 16enne. Sul palco di Sanremo, Amadeus ha chiamato la mamma Daniela che ha letto una lettera al figlio scomparso. Tra gli ospiti della prima serata Lazza che si è esibito con il suo grande successo dello scorso anno, 'Cenere'.  Nella sua nuova uscita sul palco dell'Ariston Mengoni si è presentato munito di un'attrezzatura 'a prova di festival', ha ammanettato Amadeus e distribuito al pubblico il 'preserbacino'. Il co-conduttore ha inscenato un siparietto in cui si è presentato munito di un'attrezzatura singolare dopo aver studiato i festival dei decenni passati.  E dopo è sceso in platea e ha tirato fuori il 'preserbacino', una paletta trasparente che serve per dare un bacio che non sia un 'vero' bacio, ed evitare di dare scandalo. Il co-conduttore vuole fare subito la prova con Giovanna, moglie di Amadeus, seduta in prima fila, che si alza. "Ma come, ti alzi?", scherza Amadeus. Poi la scena si ripete con la Ventura, e alla fine Mengoni distribuisce il 'preserbacino' a tutti fra il pubblico, per "baciarsi senza fare scandalo". "E' stato 15 volte al festival, l'ha vinto una volta nel 1980, ma Toto Cutugno appartiene al Festival, e il festival appartiene a lui". Così Amadeus ha presentato l'omaggio che il festival di Sanremo ha reso al cantante scomparso l'anno scorso. "Stasera – ha spiegato Amadeus – vogliamo ricordarlo con una canzone tra le più belle che abbia mai scritto. Era il festival del 1990, la canzone è 'Gli amori' e lo ricordiamo con la voce originale accompagnato dall'orchestra del festival". Tra gli applausi del pubblico, la voce di Toto Cutugno ha dunque eseguito il brano accompagnato dall'orchestra del maestro De Amicis e dal coro del festival.  Fiorello viene meno agli accordi e sale sul palco, salvo 'sdoppiarsi' come clone frutto dell'intelligenza artificiale. Tutto inizia con Amadeus che prova a collegarsi con lo showman che dovrebbe essere all’Aristonello ma poi scopre è in platea. Segue tra i due uno scambio di battute: "Ama, c'ero anch'io ieri dove c'è stato l'allarme bomba. All'improvviso – racconta lo showman – sono arrivati i poliziotti con tanti cani e si è sparso il panico. Poi i poliziotti hanno detto che era un allarme bomba e tutti hanno tirato un sospiro di sollievo". Nonostante le proteste di Amadeus che gli ricorda gli accordi ovvero di poter salire sul palco solo sabato sera quando indosserà ufficialmente i panni del co- conduttore, Fiorello disobbedisce ("tanto è l'ultimo posso fare quello che voglio") e dopo qualche barzelletta si blocca. Dal led compare un video dello showman che dice: "purtroppo me l'hanno fatto cretino pure con intelligenza artificiale". Sul palco compaiono così due persone che mettono sul carrello Fiorello che è ancora bloccato e lo portano via. BigMama si scioglie un pianto liberatorio a fine esibizione. La giovane rapper campana, che porta all'Ariston un brano di rivalsa sul bullismo e il body shaming 'La rabbia non ti basta', abbraccia poi Amadeus, ringrazia l'orchestra e dedica la canzone ai genitori. I Ricchi e Poveri fanno ballare l'Ariston e si presentano sul palco legati in un enorme fiocco rosso. Il ritorno, a distanza di 32 anni, di Angelo e Angela sul palco dell'Ariston, è stato accolto con grande partecipazione e il pubblico in piedi ha ballato sulle note del brano 'Ma non tutta la vita'. —[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 06-02-2024


Usa, figlio uccise 4 compagni di scuola: madre condannata per omicidio colposo

Motocicli 125 in autostrada e tangenziale, ora si può: novità