L’agenzia di valutazione Fitch ha rilevato che il futuro economico dell’Italia sarà a crescita zero, almeno per 5 anni. Vediamo di capire perché.

Secondo uno studio compiuto da Fitch Rtings, il saldo di crescita dell’Italia, almeno dal 2020 al 2025, sarà a crescita zero. I rilevamenti compiuti non fanno ben sperare per l’economia dell’Italia, sia per il momento attuale, che per il futuro. Sembra infatti che le ripercussioni dell’emergenza Coronavirus si stiano facendo sentire. E secondo gli esperti le cose non miglioreranno, tanto che l’Italia dovrà continuare ad affrontare ulteriori difficoltà. Ma ovviamente l’Italia non è l’unico paese in questa situazione, sono tante le nazioni dell’Eurozona che faticheranno a tornare alla situazione precedente al Coronavirus.

Crescita zero: le previsioni

Come è ormai chiaro il Coronavirus ha colpito duramente tutte l’economia globale e ripartire è stato difficile per ogni nazione. Questa situazione ha anche imposto una revisione di tutte le previsioni stilate fino al momento dello scoppio della pandemia. Secondo Fitch infatti, il Coronavirus ha determinato una recessione generale, che non si esaurirà in tempi brevi.

Andamento indici di crescita
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/parti-dax-diagramma-interesse-5279686/

Anzi le conseguenze dell’emergenza Covid-19 si faranno sentire per anni, segnando profondamente le economie. Inoltre l’impatto sul PIL sarà devastante e duraturo, tanto che anche i dieci Paesi più sviluppati saranno ancora al di sotto dei livelli precedenti alla crisi.

Il futuro dell’Eurozona

Per far si che i paesi dell’Eurozona possano ritornare alla situazione pre Coronavirus, sarà necessario aspettare almeno fino al 2022. Mentre gli Stati Uniti potranno ritornare ad una situazione economica abbastanza stabile la metà del 2022. Bisogna tenere presente però che le previsioni eseguite, anche quelle sulla crescita zero, non considerano nuovi lockdown o quarantene.

Se dovessero presentarsi questi scenari i tempi di recupero si allungherebbero ancora di più. In ogni caso, secondo le previsioni, l’Italia avrà una crescita zero del PIL per almeno 5 anni e non avrà nulla da vantare rispetto agli altri stati dell’Eurozona. Per questo si fa molto affidamento sul Recovery Fund, che potrebbe dare un potente impulso alle economie, facendole ripartire in modo definitivo ed efficacie.

Fonte foto:
https://pixabay.com/it/photos/parti-dax-diagramma-interesse-5279686/

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 19-11-2020


Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, cos’è e quali sono gli obiettivi

Investimenti post pandemia, ecco su quali settori conviene puntare