È facile perdersi tra calcoli e risorse online che tentano di spiegarti la cifra netta della tua pensione. In questa breve guida troverete il modo per calcolare la vostra pensione in maniera semplice.

Nel nuovo anno, il 2022 iniziato da pochissimi giorni, diverse sono le procedure di calcolo della pensione netta a partire dalla cifra lorda. I cambiamenti seguono la Legge di Bilancio approvata e la conseguente riforma fiscale con una diversa applicazione delle tasse sulla pensione. Vediamo come calcolare la pensione netta previdenziale con le nuove norme e detrazioni. Bisogna fare attenzione agli scaglioni di reddito e soprattutto alla presenza o meno di ulteriori redditi perché si devono aggiungere, nel caso, a quelli per il calcolo pensionistico.

assegno sociale 2022
assegno sociale 2022

Calcolo pensione: IRPEF

Per calcolare l’importo netto bisogna tener conto delle detrazioni IRPEF oltre alle addizionali regionali e comunali. Alla luce di ciò, bisogna considerare quindi che le aliquote IRPEF variano in base al reddito. Ecco quali sono gli scagioni:

  • Fino a 15.000,00€: 23% del reddito;
  • da 15.0001 a 28.000€: 25% 3.450,00 + 25% sul reddito che supera i 15.000€;
  • da 28.001 a 50.000€: 35% 6.700€ + 35% sul reddito che supera i 28.000€;
  • oltre i 50.000€: 43% 14.400€ + 43% sul reddito che supera i 50.000€.

Calcolo pensione: detrazioni e formule

Una volta calcolata la detrazione IRPEF lorda, bisogna fare un calcolo ulteriore per trovare la detrazione netta. Questo calcolo interessa solo i redditi che non superano i 50 mila euro. Ecco, dunque, gli scaglioni di reddito con relative formule:

  • inferiore a 8.500€: 1.955,00€ di detrazione (in questi casi è prevista una no tax area);
  • compreso tra 8.500€ e 28.000€: la formula è: 700+(1.955-700)[(28.000-RC)/(28.000-8.500)];
  • compreso tra 28.000€ e 55.000€: la formula è: 700[(50.000-RC)/(50.000-28.000)].

Per RC si intende il reddito della pensione.

Esempio di calcolo

Proviamo, ora, a fare un esempio pratico di calcolo. Si parte da una pensione lorda di 30.000 euro/anno. Il lordo va diviso per 13, che sono le 13 mensilità: 30.000/13= 2.307 lordi. Bisogna calcolare l’aliquota IRPEF lorda:

  • 15mila euro al 23%, quindi 3.450€;
  • 13mila euro sono al 25%, per altri 3.250€;
  • 2mila euro (per arrivare a 30mila) sono al 35%, per un totale di 1.300€.

L’IRPEF lorda è di 8.000. Lo scaglione in cui è compreso il reddito è il terzo quindi la formula per calcolare la detrazione netta è: 700[(50.000-RC)/(50.000-28.000)]=636,36. Sottraiamo questo risultato al lordo IRPEF=7.363,64€. A questa cifra vanno aggiunte le addizionali regionali e comunali.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 19-01-2022


Canone Rai 2022: le novità in bolletta

Fondo perduto per le aziende: i requisiti necessari e gli investimenti possibili