La celebre azienda dell’imprenditore statunitense Jeff Bezos, Amazon, subisce un crollo nella borsa di Wall Street.

Il colosso di Amazon, azienda di commercio elettronico statunitense e più grande Internet company al mondo, subisce un calo nella borsa di Wall Street, deludendo così le aspettative attese per la trimestrale. Stimato dapprima oltre il 9% e successivamente arrivato fino al 14% di perdita nelle contrattazioni precedenti all’apertura del mercato. A risentirne del calo nella borsa è anche il patrimonio del suo fondatore, Jeff Bezos, che a causa del crollo subisce una perdita di circa tredici miliardi di dollari.

Amazon, il calo dei titoli

borsa
borsa

Dopo che la società di Amazon ha riportato i valori dei risultati finanziari del primo trimestre le azioni Amazon.com Inc (NASDAQ) hanno accusato un ribasso. Anche le stime pubblicate dall’impresa in merito al secondo semestre sono risultate inferiori alle aspettative. Il colosso di Amazon sembra infatti aver riportato una perdita netta trimestrale pari al valore di 7,56 dollari per azione. I ricavi che l’e-commerce di Jeff Bezos prevede per il secondo trimestre invece sono stati compresi tra le cifre di 116 e di 121 miliardi di dollari. Stime che non soddisfano la soglia stimata e desiderata dagli analisti, fissata a 125, 55 miliardi. Ma la società di Amazon non è però l’unica a chiudere in rosso. Anche l’impresa di Apple infatti vede una perdita del circa il 3,66%.

Possibili fattori di condizionamento in merito all’andamento di Wall Street possono essere trovati nel timore di una recessione o addirittura di una stagflazione. Gli analisti temono infatti un possibile incremento del costo del denaro da parte della Fed, che potrebbe anche provocare una recessione. Ostacolando così l’aumento di domanda e quindi una successiva ripresa economica. Con il termine di stagflazione si intende invece una determinata fase dell’economia di un Paese in cui coesistono i fenomeni della inflazione e della stagnazione, causando quindi un fermo nella crescita del prodotto interno lordo.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 05-05-2022


Investire in sostenibilità: conviene?

La piattaforma FXORO per il trading online