Per poter parlare di volo cancellato occorre di fatto che la compagnia aerea non avvisi per tempo del mancato avvenimento del volo.

Cercheremo di spiegarvi come richiedere rimborso per cancellazione volo nel caso in cui si presentino determinate caratteristiche che vadano ad inficiare su quanto promesso dalla compagnia aerea e su quanto da voi acquistato.
Per quanto riguarda la cancellazione di un volo e la relativa richiesta di rimborso è necessario che si manifestino queste caratteristiche, cioè che la compagnia:

  • Non vi dia un preavviso di almeno due settimane
  • Non offra un volo alternativo con partenza non più di due ore prima di quella prevista dalla tratta acquistata e con arrivo non più di quattro ore dopo l’orario previsto tra le due settimane e la settimana prima della partenza
  • Non offra un volo entro una settimana prima della data di partenza prevista con partenza non più di un’ora prima e arrivo non più di due ore dopo gli orari originariamente previsti
Rimborsi Aerei

I diritti di cui godono i passeggeri

Ritrovarsi di fronte ad un volo cancellato può essere causa di diversi disagi poiché molteplici sono i viaggi che esulano quelli di piacere ma che sono maggiormente legati a ragioni familiari o di lavoro.
DI fronte a questo è naturale che i passeggeri vengano di fatto tutelati da norme specifiche tra cui segnaliamo il Regolamento comunitario n.261 del 2004, il Regolamento comunitario n.889/2002 e la Convenzione di Montreal del 1999.
Tra questi, quello più interessante dal punto di vista del rimborso per cancellazione volo è sicuramente il Regolamento comunitario del 2004 dove si trova l’articolo dedicato al “diritto a compensazione pecuniaria” in cui si afferma che in caso di cancellazione di un volo allora si ha diritto ad un rimborso pari a:

  • 250 euro in caso di tratte aeree inferiori o pari ai 1500 km
  • 400 euro per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte quelle comprese tra 1500 e 3500 km
  • 600 euro per le tratte aeree che non rientrano nelle due tipologie sopra dette

Inoltre, all’interno dello stesso Regolamento, è previsto che la compagnia area fornisca di cibi e bevande i passeggeri in relazione alla durata dell’attesa, che si preoccupi dell’eventuale sistemazione in albergo e del trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa, altrimenti sarà obbligata ad effettuare il rimborso non solo del volo ma anche di tutte le spese sostenute (ammesso che siate in grado di documentarle).

Come richiedere il rimborso

Per poter richiedere il rimborso per un volo cancellato è necessario conservare il biglietto o l’eventuale prenotazione qualora fosse stata effettuata tramite internet, la carta d’imbarco e gli scontrini relativi ad altre spese sostenute a causa della cancellazione del volo.
Naturalmente il modo migliore per ottenere il rimborso è sia quello di informarsi qui https://it.wikipedia.org/wiki/Compagnia_aerea, sia quello di rivolgersi a dei professionisti del settore che sappiano guidarvi nella richiesta e di conseguenza nell’ottenimento del rimborso per il volo cancellato.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 26-04-2022


Auto usate: aumentano le ricerche di offerte sul web

Gadget brandizzati da regalare ai clienti: quale scegliere