Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) –
Almeno quattro persone sono morte nel grave incendio che ha distrutto un condominio nella città costiera spagnola di Valencia, hanno dichiarato i servizi di emergenza. El Mundo riferisce che 20 persone risultano disperse, tra cui un bambino di due anni e un neonato di appena due settimane. Ci sono anche 14 feriti, tra cui sei vigili del fuoco e un bambino. I forti venti hanno alimentato le fiamme, ma si sospetta anche che il rivestimento altamente infiammabile abbia consentito al fuoco di diffondersi rapidamente. Più di 20 squadre di vigili del fuoco hanno affrontato l'incendio. Le persone sono state invitate a stare lontane dalla zona.  L'incendio è scoppiato nel pomeriggio di ieri, giovedì 22 febbraio, intorno alle 17.30 in un appartamento al quarto piano dell'edificio di 14 con 450 residenti, completato nel 2008 nel quartiere Campanar, e si è diffuso rapidamente in tutto il grattacielo che conta 138 appartamenti fino a un edificio adiacente. Un ospedale da campo è stato montato nei pressi dell'edificio in fiamme per dare immediato soccorso ai feriti. Il comune di Valencia ha dichiarato tre giorni di lutto cittadino in memoria delle vittime dell'incendio che ha coinvolto un palazzo di quattordici piani. Lo ha annunciato su 'X' Carlos Arturo Mazon Guixot, presidente della Generalitat Valenciana, esprimendo ''dolore e solidarietà a tutte le persone coinvolte'' nell'incendio che ha ''profondamente commosso tutta la comunità valenciana''. Il disastro di Valencia riporta alla memoria quanto accaduto a Londra, a Grenfell, nel giugno 2017, quando 72 persone morirono nell'incendio di un grattacielo a Kensington, nella zona ovest di Londra. —internazionale/[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 23-02-2024


Terzo mandato, Lega battuta in Senato. Fdi e Fi bocciano emendamento: “Nessun dramma”

Odysseus, il lander privato Usa è sbarcato sulla Luna