Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) –
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sarà oggi in Turchia per un incontro con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, durante il quale parleranno dei rapporti bilaterali, della guerra con la Russia e dell'accordo sul grano. Zelensky vola in Turchia mentre la guerra continua a mettere a dura prova la tenuta delle forze armate ucraine, chiamate ad arginare l'offensiva di Mosca. "Putin -dice il presidente ucraino a Bruno Vespa in '5 Minuti' – vuole tutta l'Ucraina".  
La Russia sta intensificando gli attacchi in direzione di Orikhiv, nell'oblast di Zaporizhzhia, nel tentativo di superare la difesa di Kiev a Robotyne. Lo ha detto Dmytro Lykhovii, portavoce del gruppo di forze di Tavria. Il villaggio di Robotyne, situato a circa 15 chilometri a sud di Orikhiv e 70 chilometri a sud-est di Zaporizhzhia, è stato liberato dall'Ucraina durante la sua controffensiva nell’estate del 2023 e da allora è in prima linea. Nei giorni scorsi, le forze russe hanno lanciato al massimo dai tre ai cinque attacchi al giorno, ha detto Lykhovii, mentre nelle ultime 24 ore l'attività è aumentata: le truppe di Mosca hanno effettuato 16 assalti a ovest di Verbove e vicino a Robotyne. Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha affermato che tutti gli attacchi non hanno avuto successo.   Zelensky risolve, a quanto pare, uno dei casi interni. Il generale Valery Zaluzhhy, ex comandante in capo delle forze ucraine sostituito il mese scorso, sarà il nuovo ambasciatore a Londra. Il presidente ha approvato la sua candidatura, ha reso noto il ministero degli Esteri di Kiev. "Il generale Zaluzhny mi ha detto che questa è la strada che vuole intraprendere: la diplomazia", ha detto Zelensky, annunciando la fumata bianca. Zaluzhny è stato rimosso dal comando delle forze armate dopo la deludente controffensiva della seconda metà del 2023 ed è stato sostituito dal generale Oleksandr Syrsky.  
A prescindere dal nome del comandante, l'Ucraina ha un'esigenza chiara: Kiev ha bisogno di armi. Con le forniture degli Stati Uniti bloccate al Congresso, in attesa che la Camera dei Rappresentanti si esprima sul pacchetto da 61 miliardi di dollari, i riflettori si accendono sulla Germania. I tedeschi hanno a disposizione i missili Taurus, armi a lungo raggio che consentirebbero agli ucraini di colpire in profondità il nemico. La Germania, però, non vuole concedere missili che potrebbero centrare obiettivi in territorio russo e non è disposta nemmeno a mettere a disposizione i propri militari per il coordinamento delle operazioni dal territorio tedesco. "Abbiamo promesso di non usare i missili Taurus contro qualsiasi zona, a parte i territori ucraini occupati", dice Zelensky a Vespa. "Potremmo anche non usarli poi, come è accaduto nel Mar Nero. Quando i russi hanno visto che perdevano le loro navi, si sono ritirati nelle acque territoriali russe. Se hai armi adeguate, potremmo rispondere alle forze russe che usano armi a lunga gittata contro le città, come per esempio Kherson. Loro sparano 20 chilometri in più rispetto alla nostra artiglieria, con armi a lunga gittata potremmo allontanarci. E loro avrebbero paura. Se avessimo armi corrispondenti a quelle russe, le sorti della guerra potrebbero cambiare, noi potremmo avanzare", aggiunge.  
Il presidente ucraino non prende in considerazione l'ipotesi di una tregua. "Un conflitto congelato, come lo sarebbe il nostro dopo una pausa nei combattimenti, sarebbe un grande problema per l'Ucraina e anche per tutta l'Europa. Noi lo abbiamo già vissuto, dopo l'occupazione della Crimea e il conflitto nelle regioni di Donetsk e Luhansk. E' una situazione simile a quella che propongono alcuni leader e media. Non sarebbe una vera pausa, ma una pausa in favore di Putin, che servirebbe a lui per rafforzarsi, approvvigionarsi" dall'Iran e dalla Corea del Nord, reclutare altri militari, dice. "Sarebbe proprio come dopo il 2014, quando il conflitto congelato ha concesso a Putin di rafforzarsi e lanciare una guerra su larga scala. Il suo scopo non solo alcuni territori dell'Ucraina, ma l'intera Ucraina -afferma-. Lui vuole distruggere tutto il Paese a annetterlo alla Russia, con la violenza o con strumenti politici come ha fatto in Bielorussia, dove controlla tutto, anche la polizia e i militari".   —internazionale/[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 08-03-2024


Topo in platea mentre è in scena ‘Natale in casa Cupiello’, panico al Sistina

Gaza, Netanyahu: “Offensiva Israele continua”. Hamas si divide su accordo