Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Un ex consigliere comunale e membro della guardia nazionale del Massachusetts, ricercato negli Stati Uniti con l'accusa di possesso di immagini pedopornografiche e ostruzione della giustizia, è fuggito dal Paese e si è unito all'esercito russo che combatte in Ucraina. Nel riferire della vicenda, il Guardian precisa che Wilmer Puello-Mota, 28 anni, ex consigliere comunale di Holyoke, Massachusetts, è scomparso il 7 gennaio, due giorni prima della data della sua prevista comparizione a Rhode Island. Pochi giorni fa, Puello-Mota è riapparso in un centro di arruolamento nella regione russa di Khanty-Mansiysk, nella Siberia occidentale, dove è stato ripreso all'atto della firma di un contratto militare, seduto in una stanza piena di fotografie di Vladimir Putin e del ministro della Difesa, Sergei Shoigu. "Un americano ha firmato un contratto militare presso il centro patriottico di Khanty-Mansiysk", si legge in un messaggio che accompagna il video pubblicato dal canale ufficiale della regione su Telegram. Precedentemente, Puello-Mota avrebbe combattuto come volontario a fianco delle truppe russe durante la cattura della città ucraina di Avdiivka a febbraio. In quell'occasione, canali di propaganda russa avevano fatto circolare un filmato in cui una persona – non riconoscibile a causa delle immagini sfocate – piantava la bandiera degli Stati Uniti tra le rovine della città ucraina a sostegno della Russia. "Sono qui per mettere la bandiera degli Stati Uniti come segno di amicizia e sostegno per tutto ciò che le persone stanno sopportando", dichiara nel video. "Sono orgoglioso di essere qui". Secondo 'The Republican', pubblicazione del Massachusetts, conoscenti di Puello-Mota avrebbero riconosciuto la sua voce nella clip. E nel video più recente, apparentemente a conferma della sua partecipazione alla battaglia per Avdiivka, Puello-Mota descrive precedenti combattimenti in Ucraina nell'ambito del gruppo paramilitare internazionale filorusso Pyatnashka. "Lo rifarei sicuramente", si sente dire. Dall'inizio della guerra in Ucraina, la Russia ha introdotto una serie di norme volte ad attrarre volontari stranieri per rinforzare i propri ranghi. Cittadini di Cuba, Siria, Nepal e Serbia sono stati dispiegati sul fronte russo. Ma è raro che combattenti provenienti dai paesi dell'UE, del Regno Unito o degli Stati Uniti si uniscano all'esercito russo. Si ritiene che almeno due uomini britannici stiano combattendo con le forze di Mosca sul fronte. —internazionale/[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 05-04-2024


Cerimonia master accademico “D-ESG e Responsabile d’Impatto, il Magnifico Rettore Stefano Geuna : “Sostenibilità ed inclusione alla base della mission formativa dell’università”

Borse europee chiudono in deciso calo sotto peso Fed, a Milano corre Eni (+1,04%)