Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – La Russia ha lanciato un attacco su larga scala contro diverse città dell'Ucraina. Secondo le ultime informazioni, sono stati presi di mira gli oblast di Kiev, Leopoli, Mykolaiv e Kharkiv. Le difese aeree ucraine hanno abbattuto 29 missili e 15 droni russi lanciati da Mosca stamattina, ha riferito l'aeronautica militare di Kiev. L'attacco ha preso di mira Kiev, Dnipropetrovsk, Leopoli, Mykolaiv e l'oblast di Kharkiv, uccidendo almeno una persona e ferendone almeno 13. Circa 20 droni Shahed sono stati lanciati da Chauda, nella Crimea occupata, ha dichiarato l'aeronautica. La Russia ha anche attaccato con 29 missili da crociera Kh-101/555/55, lanciati da 10 aerei bombardieri Tu-95MS attorno alla base aerea di Engels, nell'oblast russo di Saratov e nel Mar Caspio. Quattro missili da crociera Kh-22 sono stati lanciati dai bombardieri Tu-22M3 intorno a Sebastopoli e Kursk, tre missili Kalibr dal Mar Nero e tre missili balistici Iskander-M dalla Crimea e dall'oblast russo di Voronezh. Infine, le forze russe hanno attaccato con cinque missili antiaerei S-300, con i lanciatori basati nell’oblast di confine di Belgorod. Oltre ai 15 droni Shahed, le difese ucraine hanno distrutto anche tutti e tre i missili Kalibr e 26 missili da crociera Kh-101/555/55. 
Diverse esplosioni hanno scosso Kiev stamattina: sei i feriti, ha riferito su Telegram il sindaco Vitaliy Klitschko, aggiungendo che "i servizi di emergenza sono al lavoro nel distretto di Holosiivskyi. In un edificio di 18 piani si stanno spegnendo gli incendi su più piani". Nella regione del Dnipro i detriti hanno danneggiato le linee dell'alta tensione, ha aggiunto Klitschko. "A seguito dell'attacco nemico, sei persone sono rimaste ferite nella capitale, tre nel distretto di Dnipro, due di loro sono state ricoverate in ospedale. E tre sono state portate all'ospedale dal distretto di Holosiiv", ha scritto il sindaco. Il sindaco Vitali Klitschko ha esortato i residenti a rimanere nei rifugi a causa dei un attacco missilistico della Russia. I primi soccorritori sono stati chiamati nel quartiere Dniprovskyi della capitale in seguito alle segnalazioni di esplosioni. Gli allarmi di raid aerei sono stati attivati in tutte le regioni ucraine e nella città di Kiev intorno alle 6 del mattino ora locale, in seguito all'allarme dell'aeronautica militare sull'arrivo di missili da crociera. Nel distretto di Holosiivskyi, automobili e un'autofficina hanno preso fuoco, ha detto Klitschko, aggiungendo che i primi soccorritori stanno cercando di contenere l'incendio. Un incendio è scoppiato anche in un grattacielo del quartiere, causando almeno tre persone ferite e ricoverate in ospedale, secondo il sindaco. Klitschko ha riferito che due linee ad alta tensione sono state danneggiate dai detriti dei missili. Ha anche detto che alcuni residenti sulla parte orientale della città stanno subendo interruzioni di corrente, aggiungendo che la rete di riscaldamento è stata danneggiata in quella zona. Nel frattempo, il governatore dell'oblast di Leopoli Maksym Kozytskyi ha dichiarato tramite la sua pagina ufficiale di Telegram che i missili da crociera hanno manovrato tra gli oblast di Leopoli, Ternopil e Ivano-Frankivsk. Diverse esplosioni sono state udite anche a Drohobych, situata a circa 77 chilometri a sud di Leopoli. Non si hanno notizie di vittime o danni in città. La Polonia ha attivato il suo protocollo di difesa aereo e l'aviazione di Varsavia è stata schierata in volo dopo che un missile russo lanciato contro l'Ucrainaè volato a venti chilometri dal confine polacco. Lo riporta il sito di informazione Rbc Ucraina. Le autorità polacche hanno fatto sapere di aver attivato tutte le procedure necessarie per garantire la sicurezza del proprio spazio aereo, aggiungendo che la ''leadership della Repubblica di Polonia monitora costantemente la situazione''. In una nota diffusa da Varsavia si legge che ''mettiamo in guardia contro l'attivazione dell'aviazione polacca e alleata, che potrebbe essere associata a un aumento dell'attività soprattutto nella regione sud-orientale del paese". La Russia ha perso 391.470 soldati in Ucraina dall'inizio della guerra, il 24 febbraio 2022. Lo ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate ucraine. Questo numero comprende oltre 890 vittime delle forze russe subite nell'ultimo giorno. Secondo il rapporto, la Russia ha perso anche 6.372 carri armati, 11.879 veicoli corazzati da combattimento, 12.486 veicoli e serbatoi di carburante, 9.387 sistemi di artiglieria, 980 sistemi di razzi a lancio multiplo, 665 sistemi di difesa aerea, 332 aerei, 324 elicotteri, 7.177 droni, 24 imbarcazioni e un sottomarino. Un uomo e una donna sono rimasti feriti durante un bombardamento da parte delle Forze Armate dell'Ucraina nella città di Shebekino, nella regione di Belgorod. Lo ha reso noto il governatore Vyacheslav Gladkov sul suo canale Telegram, precisando che "la città di Shebekino è stata colpita dal fuoco delle forze armate ucraine. Secondo le prime informazioni, ci sono due vittime: sono dipendenti di una impresa industriale. L'uomo ha una ferita da scheggia all'arto superiore, la donna è stata portata in ospedale". Secondo il governatore, nell'attacco è stato colpito il parcheggio della fabbrica, dove sono state danneggiate 10 auto e il tetto di una delle officine. —internazionale/[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 07-02-2024


Convocato a scuola per il figlio aggredisce insegnante: “La famiglia non va disturbata”

Carlo Formigoni, trovato in mare corpo senza vita del regista teatrale