Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – L'Ucraina ha rivendicato l'ennesimo attacco riuscito contro la flotta russa del Mar Nero, annunciando oggi, 26 marzo 2024, di aver colpito con un missile la nave anfibia 'Konstantin Olshansky' di cui i russi si erano impadroniti nel 2014 in Crimea. "Attualmente questa nave non è in grado di combattere", ha detto il portavoce della Marina, Dmytro Pletenchuk. I russi avevano preso la Konstantin Olshansky, insieme a molte altre navi ucraine, quando avevano occupato la Crimea 10 anni fa. "Era stata rinnovata ed era pronta a essere usata contro di noi, per questo è stata presa la decisione di colpirla", ha spiegato Pletenchuk. Già domenica Kiev aveva annunciato di aver colpito due grandi navi da sbarco, la 'Yamal' e la 'Azov', un centro di comunicazione e diverse infrastrutture della flotta del Mar Nero della Federazione Russa a Sebastopoli. "È stato l'attacco più massiccio degli ultimi tempi", ha detto il governatore di Sebastopoli nominato dalla Russia, Mikhail Razvozhayev, aggiungendo che un uomo di 65 anni è stato ucciso e quattro persone sono rimaste ferite.  Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha destituito Oleksiy Danilov dall'incarico di Consigliere per la sicurezza nazionale. Il decreto è stato pubblicato dal suo ufficio, come riferiscono Ukrainska Pravda e Ukrinform.  "Qualsiasi provocazione va eliminata con la forza delle armi". Queste le parole del leader bielorusso, Aleksandr Lukashenko, riportate dall'agenzia BelTa. "Non si scherza – ha incalzato – Chi viola il confine di Stato dovrebbe essere distrutto, senza scrupoli".- "Capiscono solo la forza", ha aggiunto ancora Lukashenko durante una visita nel distretto di Oshmyany, nella regione di Grodno (Hrodna), al confine con Polonia e Lituania, dove ha ispezionato le truppe.  
L'arresto di Evan Gershkovich, corrispondente dell'ufficio di Mosca del Wall Street Journal, accusato di spionaggio, è stato prorogato da un tribunale di Mosca fino al 30 giugno. A riferirlo è l'Interfax. L'udienza si è svolta a porte chiuse, precisa.  Nel corso di un'udienza a porte chiuse, il giudice ha accolto la richiesta degli investigatori del servizio di sicurezza Fsb di un'estensione della detenzione. La legge russa prevede la possibilità di un'estensione fino ad un anno per preparare il processo nei casi definiti particolarmente complessi, e acconsente – in casi eccezionali – a concedere anche ulteriori proroghe. La decisione del giudice è la quinta dall'arresto, compiuto quasi un anno fa.  Davanti alla corte, l'ambasciatore americano in Russia, Lynne Tracy ha assicurato che Gershkovich rimane forte ma la sua detenzione – ha sottolineato – è particolarmente dolorosa in questi giorni perché venerdì prossimo sarà un anno esatto dall'arresto. "Le accuse contro Evan sono categoricamente non vere. Non si tratta di un'interpretazione diversa delle circostanze. Sono un'invenzione". La detenzione di Ershkovich "non riguarda prove, giusto processo o stato di diritto", ha aggiunto Tracy, citata dal Wsj. Si tratta di "usare i cittadini americani come pedine per raggiungere fini politici", ha aggiunto.  Il primo ministro ucraino Denys Shmyhal ha avuto un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri britannico David Cameron. Lo scrive in un tweet lo stesso Shmyhal spiegando di aver ''parlato della creazione di una task force internazionale con la partecipazione dell'Ucraina per lo sviluppo di soluzioni pratiche per la confisca'' dei beni russi. ''Ho ringraziato David Cameron per il suo forte sostegno personale e il suo impegno in questo processo", ha aggiunto.      —internazionale/[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 26-03-2024


Musetti elimina Shelton all’Atp Miami, oggi agli ottavi c’è Alcaraz

Hamas rifiuta offerta su ostaggi e tregua, Israele richiama negoziatori dal Qatar