Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Sesto risultato utile di fila per il Torino, ancora imbattuto nel 2024, che supera 2-0 il Lecce allo stadio Olimpico grazie al primo gol stagionale di Bellanova al 50' e alla rete di Zapata all'81'. I granata salgono al 9° posto con 36 punti, scavalcando momentaneamente il Napoli e restando in corsa per un posto in Europa per la prossima stagione. I giallorossi salentini, che chiudono il match in dieci per l'espulsione di Pongracic al 70', restano invece fermi in 13/a posizione con 24 punti.   E' la squadra di casa a fare la partita sin dai primi minuti e si rende pericoloso in un paio di occasioni con Bellanova, nella prima occasione sbaglia l'ultimo dribbling che lo avrebbe liberato al tiro in area di rigore, nella seconda il suo colpo di testa è fuori misura. Al 12' Milinkovic-Savic si lascia sfuggire la palla e per poco non ne approfitta Piccoli: salva tutto Masina. Al 19' ci prova ancora Bellanova che va al tiro, respinge Baschirotto. Al 25' Vlasic cerca il suggerimento interno verso Zapata, ancora Baschirotto attento in chiusura.  Alla mezz'ora tentativo di Zapata che batte a rete da posizione defilata: Falcone para. Al 39' di nuovo pericoloso l'attaccante colombiano in tuffo di testa sul cross di Lazaro: c'è di nuovo Baschirotto a difendere la porta di Falcone. Al 43' l'ultima occasione del primo tempo con Vlasic la cui conclusione finisce a lato di poco. All'intervallo è 0-0.  Al 3' della ripresa ci prova Almqvist con un destro in area di rigore ma Djidji e Lovato murano il suo tiro. Al 5' il Torino sblocca la partita con Bellanova. Primo gol in campionato dell'ex Inter che calcia da fuori con il destro e pesca l'angolino: nulla da fare per Falcone. Al 13' tentativo da fuori area di Ramadani ben parato da Milinkovic-Savic. Al 16' doppio cambio per D'Aversa: dentro Kaba e Sansone al posto di Rafia e Blin. Immediata la risposta di Juric con Linetty e Sanabria per Vlasic e Pellegri.  Al 23' chance per gli ospiti con il nuovo entrato Kaba, che svirgola il pallone da ottima posizione e manda fuori. Al 25' il Lecce resta in dieci per l'espulsione di Pongracic per doppia ammonizione. Un minuto dopo grandissima parata di Falcone su Sanabria. Il portiere del Lecce toglie letteralmente la palla dalla rete con un tuffo stupendo sul colpo di testa dell'ex Roma. Alla mezz'ora il Lecce manda in campo Touba per Oudin. Al 32' si fa vedere il Lecce nonostante l'inferiorità numerica: Almqvist scappa sulla destra e mette una palla insidiosa al centro, nessun compagno di squadra arriva in tempo per la deviazione vincente.  Al 36' arriva il raddoppio granata con Zapata. L'ex Atalanta va a segno sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Vojvoda, entrato da pochi minuti al posto di Lazaro. Malgrado il doppio svantaggio il Lecce non molla e Gallo da fuori area impegna Milinkovic-Savic a un difficile intervento al 40'. Nel recupero gol annullato a Okereke (entrato al posto di Zapata) perché la palla era uscita dal campo prima del passaggio di Linetty.  —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 16-02-2024


Morte Navalny, Crippa: “Putin colpevole? E’ prematuro”

Trump condannato, la sentenza: dovrà pagare 355 milioni di dollari