Teresa archiviata con pochi scossoni, buone nuove da oriente, livelli tecnici molto vicini

Brexit non fa per ora più rumore di tanto, mentre ci sono schiarite a Oriente sui Dazi.

Il  fallimento dell’operazione di uscita dalla Ue ,voluta dai cittadini britannici, ha dato nuovi spunti alle borse come facilmente prevedibile. Da oriente invece ci sono parecchi segnali di distinzione in relazione al tema dazi tra Stati Uniti e in Cina. Le borse quindi ora ritornano ad essere piuttosto tecniche e i livelli massimi segnalati precedentemente sono ormai a vista. Ecco i livelli che stanno per essere ormai raggiunti dagli indici.

Ftse :  19.700, DAX  11.110, Stoxx  3120. Una  volta toccati questi livelli, inevitabilmente, assisteremo a una discesa degli indici.  Che riporteranno il FTSe a  18.400 e forse anche più sotto, il DAX a  11.400,  e lo Sotxx  a  2.950.

Stiamo  infatti assistendo ad una fase di transizione tra un mercato ribassista è un mercato  in accumulazione.  A breve inizia la fase accumulativa che necessita, ovviamente, di basi molto solite  per poter dare il via alle partenze stabili e durature.

In  particolare in Italia , a seguito della approvazione della legge di bilancio , il cosiddetto decretone,  bisognerà costantemente stare sopra il punto di pile per poter affrontare tutte le spese contenute  nella legge stessa.  le previsioni del fondo monetario internazionale, dei grandi analisti, e di tutte le case di reti, non depongono a favore di questa soluzione e indicano  u un target massimo raggiungibile intorno allo 0,5% . Anche questa quindi è un’incognita  per il futuro prossimo.  Consigliamo  di monitorare  vicino  i seguenti tre titoli:  Campari che ha rotto un importante resistenza proprio oggi , Unipol sta riprendendo velocemente a salire  dopo il fisiologico storno , Banca intesa che , ricordiamo,  staccherà un dividendo intorno al 10% ; inoltre si nota sui minimi  storici anche Ferragamo che diventa quindi un titolo  molto interessante  nel breve periodo. Come  anticipato  pubblicheremo a breve i tre portafogli ideali per il 2019,  dato che le principali incognite non sono più sul tavolo. I trend ore dovrebbero diventare tecnici salvo sorprese sul fronte dazi.

 

PlayOptions

Ultimo aggiornamento: 18-01-2019

Fabrizio Piscopo