Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Nonostante un quadro socio-economico sfidante, Tempocasa ha chiuso il 2023 con risultati positivi, a partire dal numero di agenzie operative sul territorio: 684 (+7% sul 2022). Di queste, 680 appartengono alla rete Tempocasa, mentre le restanti 4 a Tempoagency (la seconda rete del Gruppo, nata all'inizio dello scorso luglio). Di fronte a una leggera flessione della domanda di acquisto (-5,7% rispetto al 2022), il franchising ha risposto con un incremento dell'offerta. Lo rende noto Tempocasa in un comunicato. Il portafoglio immobili ha contato 69.579 soluzioni in vendita, segnando un aumento del 4,3% sul 2022 (dettato anche da un portafoglio immobili di partenza più ricco rispetto all’anno precedente). Positivo anche l’andamento delle transazioni, con 19.692 compravendite concluse (+ 6,8% sul 2022). Come prevedibile, il trilocale è stato l'immobile più ricercato (44,3%). Lo stesso trend è emerso dalle compravendite, costituendo il 39,4% degli acquisti conclusi. Nel 2023 a navigare sul sito Tempocasa.it, in cerca di una nuova soluzione abitativa, sono stati ben 3.869.110 utenti, per un totale di 6.394.220 visite e una crescita del 65% sul 2022. Anche in questo caso il trilocale si è confermato la tipologia di immobile più ricercata, con il 47,3% delle visualizzazioni (nel 2022 la percentuale era stata del 45,5%). In questo contesto l'intervento di Immobiliare.it ha messo sotto la lente d’ingrandimento il mercato del mattone e il posizionamento strategico di Tempocasa sul portale di annunci immobiliari, offrendo una panoramica più che mai attuale. Gli anni post pandemia sono stati eccezionali per le compravendite residenziali, ma poi è arrivata l’inversione di rotta. In un contesto simile, Tempocasa ha risposto positivamente. Nei primi due mesi del 2024 gli annunci pubblicati su Immobiliare.it sono aumentati del 13% rispetto allo stesso periodo del 2023. Sempre nei primi due mesi dell’anno, anche l'interazione online degli utenti ha mostrato la ripresa del settore, con un aumento delle email (14%) e delle telefonate di potenziali acquirenti agli agenti Tempocasa (7%). Sul fronte degli affitti, l'aumento dei tassi di interesse sui mutui ha influenzato il mercato delle locazioni nelle grandi città. A Milano – dove il ramo d’azienda Tempoaffitti registra una maggiore presenza – il tasso di occupazione degli immobili è salito al 97%, nonostante un incremento dei canoni del 20-30% sul 2022. A farla da padroni monolocali e bilocali, principalmente nelle zone vicine alla cerchia dei Navigli, Porta Romana e Città Studi. Occhi puntati, infine, sul mercato dei mutui. Nel 2023 Più Mutui Casa, la società di mediazione creditizia di Tempocasa, ha registrato un leggero calo delle operazioni: dalle 7.088 del 2022 alle 6.969 del 2023, per un totale erogato di circa 774 milioni di euro e un erogato medio per pezzo pari a 111.073 euro. La collaborazione con il Gruppo si è confermata più che forte: lo scorso anno gli erogati con il franchising sono stati il 90% del totale. L’obiettivo futuro? Primo tra tutti raggiungere i 700 punti vendita, consolidando la presenza nelle regioni dove il marchio è già leader e aprendo nuovi orizzonti in zone (ancora) inesplorate. Gli oltre 3.900 collaboratori della rete, inoltre, esprimono l'importanza che Tempocasa da sempre attribuisce al capitale umano, e indicano l’impegno del franchising verso lo sviluppo professionale e la creazione di opportunità di lavoro —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 28-03-2024


Immobili, Chidini (Più mutui casa): “Tassi alti frenano richieste mutui”

Gravina: “Acerbi assolto? Io gli credo, lo abbraccerò”