Scopriamo cosa indica il termine swift code, a cosa serve, quando deve essere utilizzato e anche com’è strutturato.

Il termine swift code indica lo standard che si usa per definire l’identificazione bancaria, uno standard che l’ISO, Organizzazione internazionale per la normazione, ha approvato. L’utilizzo di questi codici permette di trasferire in sicurezza un determinato importo di denaro sul conto corrente bancario del destinatario, soprattutto per i trasferimenti internazionali.

Swift code: a cosa serve e come ottenerlo

Lo swift code, conosciuto anche con il nome di codice BIC (Bank Identifier Code) e anche ISO 9362, è uno standard inerente all’identificazione bancaria. L’assegnazione dei codici di sicurezza swift è gestita dalla società per le telecomunicazioni finanziarie interbancarie mondiali, da cui deriva il nome della tipologia di codici. I codici BIC sono impiegati a livello bancario per i trasferimenti di denaro, specialmente per quelli di tipo internazionale, da una banca all’altra. Ogni codice corrisponde ad una precisa banca, ciascun codice bancario infatti serve per poter fornire le necessarie informazioni su di una precisa banca a cui si vuole destinare, per esempio, un bonifico bancario.

Swift pagamenti
Swift pagamenti

Il codice diviene indispensabile per effettuare dei pagamenti tramite bonifico sia sul territorio nazionale ma sopratutto per effettuare degli scambi di denaro internazionali. Infatti l’international bank account number, IBAN, identifica il conto bancario all’interno del proprio Paese ed è sufficiente solo per i bonifici che si effettuano all’interno del proprio Paese di residenza o nei Paesi dell’area SEPA.

Per conoscere ed ottenere il proprio codice swift è necessario contattare direttamente la propria banca. Il proprio codice BIC infatti, al contrario del codice IBAN, non viene espressamente segnalato all’interno del contratto bancario sottoscritto con l’istituto bancario di riferimento. In alternativa è possibile reperire il proprio codice swift effettuando una ricerca sul sito ufficiale della Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication.

Com’è strutturato il codice identificativo bancario swift

I codici d’identificazione bancaria sono codici composti dagli otto agli undici caratteri. Ogni serie di caratteri identifica diversi elementi: quattro caratteri rappresentano la banca, altri due indicano la nazione in riferimento all’ISO 3166. Una serie di tre carattere coincide con la città in cui la banca si trova e infine gli ultimi tre caratteri possono rappresentare la filiale della banca. Se il trasferimento deve avvenire ad una filiale bancaria il codice sarà composto da undici caratteri. Nel caso in cui si tratti della sede centrale le ultime lettere saranno composte da tre “x”.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 14-04-2022


Addio al telemarketing anche sui numeri di cellulare

Raccomandata market: cos’è e quali sono i suoi codici