Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Sanremo 2024, Amadeus entra nella storia con lo share medio più alto di sempre per una serata del venerdì: il 67,8% degli italiani con la tv accesa ha guardato il festival nella serata dedicata alle cover e ai duetti. Il dato dello share medio è l'unico confrontabile dal 1987, anno dell'introduzione dell'Auditel, ad oggi, perché alcune edizioni durarono quattro serate e non cinque e in altre i dati d'ascolto non furono divisi in più parti. Il record precedente apparteneva proprio al primo anno Auditel, al Sanremo del 1987, edizione condotta da Pippo Baudo e vinta da Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi con 'Si può dare di più'.  Nel dettaglio, la quarta serata del festival è stata vista in media, dalle 21.25 all'1.59, da 11.893.000 spettatori con il 67,8% di share. L'anno scorso la media della serata cover era stata, dalle 21.25 all'1.59, di 11.121.000 spettatori con il 66,5% di share.  La prima parte della serata di ieri è stata vista, dalle 21.25 alle 23.35, da 15.531.000 spettatori con il 65,1% di share. La seconda parte, dalle 23.38 all'1.59, è stata seguita da 8.398.000 spettatori con il 73,2% di share.  L'anno scorso, nella quarta serata, la prima parte fu seguita, dalle 21.25 alle 23.41, da 15.046.000 spettatori con il 65,2% di share. E la seconda parte, dalle 23.44 all'1.59, da 7.041.000 spettatori con il 69,7% di share. I picchi d'ascolto della serata cover sono stati registrati con Riccardo Cocciante e con l'annuncio della classifica. In termini assoluti, il picco è stato di 16.740.000 spettatori ed è stato registrato alle 22.08 con Riccardo Cocciante in scena sul finale dell'esibizione con Irama, mentre il picco di share, con il 77,1%, è stato registrato all'1.56 con l'annuncio della classifica. “Quella che abbiamo visto in onda ieri sera – insieme a quanto visto nelle serate precedenti – è una delle migliori pagine della televisione italiana di sempre. Ed è la dimostrazione che questo quinto Festival firmato Amadeus è capace di parlare a tutti, di abbattere barriere generazionali, di farsi portatore di messaggi universali e di rappresentare il più alto livello artistico italiano. Di essere, insomma, vero Servizio Pubblico e i milioni di italiani davanti agli schermi sono la più chiara dimostrazione di una Rai di nuovo protagonista”, dichiarano l'amministratore delegato Roberto Sergio e il direttore generale Giampaolo Rossi. —[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 10-02-2024


Ue, c’è l’accordo su riforma patto stabilità

Prato, trasportatore ucciso a coltellate in una rapina: caccia a due persone