Il vaccino anti Covid prodotto in Russia, efficace al 95%, sarà distribuito entro fine anno. Ecco tutte le novità.

Il portavoce di Vladimir Putin ha annunciato che il vaccino anti Covid sintetizzato dalla Russia è pronto e sarà distribuito entro fine anno. Ma la cura creata nei laboratori russi, non è solo stata sviluppata più velocemente. Infatti sembra essere più efficace rispetto a quelle di Moderna e Pfizer-BioNTech. Quindi mentre mercati e nazioni mondiali sperano nel celere arrivo del vaccino, la Russia ha già raggiunto il primato, scopriamo perché.

Il primato della Russia sul Covid

La corsa al vaccino anti Covid è iniziata già da qualche mese, ma a raggiungere il primato per efficacia e velocità è stata la Russia. Infatti, mentre gran parte delle potenze sperano che il vaccino riporti la situazione a livelli normali, il Cremlino preme sull’acceleratore. Nel paese infatti la vaccinazione su scala nazionale inizierà già entro fine anno e procederà a fasi.

Russia vaccino
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/iniezione-infermiera-ospedale-5722329/

Va poi detto che il vaccino anti Covid sintetizzato in Russia, non ha bisogno di autorizzazioni dell’ultimo minuto come quelli di USA e UE. Inoltre gli scienziati si sono offerti di condividere parte dei risultati con AstraZeneca, in modo che il vaccino russo Sputnik possa aumentare l’efficacia dei corrispettivi europei e americani. Infatti, come ha tenuto a sottolineare il capo del fondo russo per gli investimenti, questo traguardo non è una prerogativa russa, ma sarà d’aiuto al mondo intero.

Putin e il vaccino russo

Anche se il vaccino anti Covid russo è il più efficace, e la sua distribuzione comincerà entro fine anno, non è ancora stato consegnato a Vladimir Putin. Infatti, secondo una notizia trapelata qualche settimana fa, il leader russo ha fatto arrivare una dose del vaccino a una delle figlie.

Questo per diversi motivi. In primo luogo il presidente russo non può utilizzare un vaccino non certificato e soprattutto, come capo di Stato, non può offrirsi come volontario per la vaccinazione. Tuttavia presto inizierà la distribuzione su scala nazionale, per cui presto si vedranno i risultati.

Fonte foto di copertina: https://pixabay.com/it/photos/iniezione-infermiera-ospedale-5722329/

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 01-12-2020


Il Recovery Fund e sostenibilità, ecco quali sono le priorità dell’Europa

Fumare e togliere la mascherina, le regole da conoscere per evitare multe