Inizio storno avviato, la scusa è la discesa del prezzo del petrolio, ma i livelli raggiunti erano alti.

Come previsto ieri, oggi è in corso un lieve storno che potrebbe protrarsi anche fino a domani. La scusa è il prezzo del petrolio che sta scendendo dopo i twitter del presidente americano che ha dichiarato che il prezzo del petrolio è troppo alto.

Intanto , mentre i livelli sono stati praticamente raggiunti, ci sono tre titoli che stanno diventando interessanti : Snam che ha definitivamente rotto il 4.20 come resistenza, titolo che stiamo seguendo dall’inizio dell’anno e che per ora ha dato buone soddisfazioni, Mediobanca che ha rotto una quintupla resistenza posizionata a 8 euro, e Tod’s che si sta avvicinando alla quintupla resistenza di 44,7 . Superati i 48 euro ci sarebbero spazi di salita.

STM e Brembo sono partiti al rialzo.

L’ipotesi di un accordo Usa Cina resta piuttosto alta anche alla luce della dilazione di 60 giorni concordata prima dell’applicazione dei dazi. Lo storno dei listini sarà molto leggero, e non fisiologico, il vero storno dovrebbe aversi ormai subito dopo la dichiarazione del TLTRO il 7 di Marzo il cui esito è già stato scontato in questi giorni. L’andamento sarà abbastanza laterale fino a quella data. poi dovrebbe esserci uno storno abbastanza accentuato e infine una ripartenza decisa fino a Giugno. I tassi FED azzerati, l’accordo USA Cina, l’ TLTRO aiuteranno i listini di tutto il mondo.

Intanto l’oro dopo aver toccato il livello di 1.345 da noi indicato sta leggermente stornando. Da tenere sempre presente la sua quasi perfetta correlazione inversa con il dollaro. Quando uno sale l’altro scende e viceversa. Una piccola nota sull’oro, ci sono stati forti acquisti da parte delle banche Europee nel 2018, in misura addirittura doppia rispetto al 2017 dato di cui tenere conto.

Ultimo aggiornamento: 26-02-2019

PlayOptions