I prestiti personali rappresentano una soluzione molto utile in diverse situazioni

Anche se a volte si hanno a disposizione delle entrate sicure, infatti, può sorgere la necessità di far fronte a delle spese che non erano state previste. Oppure può capitare semplicemente di volersi concedere un periodo di meritato riposo ad esempio con una vacanza o un regalo abbastanza costoso. In tutte queste situazioni richiedere un prestito personale potrebbe essere la scelta giusta, in maniera particolare quando si hanno a disposizione dei tassi di interesse che risultano vantaggiosi. Ma cosa sono nel dettaglio i prestiti personali e perché sono utili? Quali sono le differenze tra prestiti personali e altre soluzioni finanziarie, come quelle rappresentate ad esempio dai mutui? Facciamo chiarezza sull’argomento.

Orologio delle scadenze e denaro
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/denaro-ricchezza-500-euro-valuta-3046942/

Cosa sono i prestiti personali

La soluzione dei prestiti personali è spesso associata alla possibilità di avere un conto corrente. Chi ha a disposizione ad esempio un conto corrente online può spesso avere l’opportunità di richiedere un prestito. Si tratta di un’operazione molto utile, che permette di usufruire di una maggiore liquidità nel giro di poco tempo.

I prestiti personali sono dei finanziamenti non finalizzati. Si tratta di una caratteristica molto interessante, perché colui che richiede questi prestiti non ha l’obbligo di indicare la finalità per la quale richiede la somma di denaro.

Viene sottoscritto un vero e proprio contratto tra il cliente e l’istituto di credito, che consente al primo soggetto di ottenere dei soldi, i quali dovranno essere restituiti con la formula delle rate periodiche, sulla base dell’accordo sottoscritto con l’ente che eroga la somma di denaro.

Il piano di rimborso in questione viene chiamato piano di ammortamento ed è un preciso programma delle rate che dovranno essere corrisposte per completare il rimborso della somma di denaro ottenuta in prestito. Nei finanziamenti non finalizzati non viene richiesta la motivazione per l’uso del denaro, di conseguenza si tratta di una tipologia di prestiti molto rapida e semplice da mettere in atto.

Naturalmente, per sottoscrivere un contratto relativo ad un prestito personale, è necessario fornire dei documenti molto precisi. L’istituto di credito deve infatti poter avere delle garanzie sul fatto che il cliente sarà in grado di restituire il denaro ottenuto in prestito. Bisogna quindi avere la maggiore età e avere a disposizione un reddito documentabile.

I documenti richiesti

I documenti necessari per richiedere un prestito personale consistono quindi in una dichiarazione dei redditi o in un’attestazione che provi che si abbiano delle entrate economiche con regolarità. Ovviamente sarà necessario avere a disposizione, per richiedere un prestito personale, un documento di identità in corso di validità e il codice fiscale.

Valuta, se necessario anche con l’aiuto di un esperto, tutti i vantaggi che possono essere interessanti nella richiesta di un prestito personale, tenendo conto delle condizioni del piano di ammortamento specificate nel contratto che sottoscriverai.

Perché scegliere un prestito personale

Ma vediamo in che cosa si differenziano i prestiti personali dai mutui. Un prestito personale è un finanziamento che spesso viene effettuato per procedere con delle opere di ristrutturazione o di manutenzione in casa, ma anche per l’acquisto di beni che possono essere utili. I mutui in genere vengono impiegati per l’acquisto di un immobile.

La durata di un finanziamento nel caso di un prestito personale può andare da 12 a 120 mesi. I mutui hanno delle durate più lunghe, arrivando anche fino a 30 anni.

I vantaggi di un prestito personale sono numerosi, dato che in genere non vengono richieste garanzie sugli immobili, come invece accade spesso per i mutui. Inoltre i finanziamenti personali, proprio per le loro caratteristiche, vengono erogati in poco tempo, tra 24 ore e 15 giorni.

È bene considerare anche che i prestiti personali richiedono delle spese inferiori per quanto riguarda l’apertura della pratica.

ultimo aggiornamento: 17-02-2021


Mario Draghi incontra le parti sociali, confronto su vaccinazioni e imprese

Decreto Covid, Draghi firma la sua prima misura anti Covid, ecco cosa cambia