Cosa è successo nel 2020 per prestiti e mutui a causa del Covid19? E quali sono i primi scenari per il 2021? Scopriamo insieme i dati e le previsioni.

La pandemia che da inizio 2020 ha messo in ginocchio il Mondo e l’Italia intera sembra che non sia ancora in fase di regressione. I vaccini in Italia hanno iniziato a circolare da fine dicembre 2020, tantissimi sono ancora da somministrare e i contagi sono all’ordine del giorno. Questa situazione di incertezza si spera abbia ancora vita breve, per tutti i settori del mercato come anche quello dei prestiti e dei mutui. Tante realtà, locali e nazionali, hanno passato momenti difficili con il primo lockdown, i prestiti tuttavia sembra abbiamo retto il colpo e si presentano pronti per una nuova annata.

Famiglie e imprese voglio provare a ripartire, il governo ha messo in campo bonus e incentivi, ma il mercato del credito al consumo è forte e lo ha dimostrato nel corso del 2020. L’offerta tra cui scegliere per ottenere prestiti e mutui è vasta, ad esempio si può trovare il miglior preventivo su Prestiti.it, ma facciamo un punto sulla situazione prestiti e diamo qualche previsione per il 2021.

bonus casa
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/denaro-euro-banconota-calcolatrice-168025/

I risultati del 2020

Il mercato dei prestiti e dei mutui era partito con una solida crescita nei primissimi mesi del 2020, tuttavia il lockdown di Marzo 2020 indetto da Giuseppe Conte e il governo per cercare di rallentare i contagi e salvare la struttura sanitaria, ha minato fortemente il mercato dei prestiti e dei mutui. La prima ripresa è arrivata a Giugno 2020, per poi calare di nuovo notevolmente con il secondo stop autunnale e riprendere qualche punto di percentuale nel terzo trimestre 2020, in maniera lenta ma costante. Per quanto riguarda il settore dei mutui la sua resilienza non è del tutto una sorpresa, il mattone infatti in periodo di incertezza rimane un bene rifugio e per questo anche l’immobiliare pare abbia retto il colpo.

Le previsioni per il 2021

L’indagine svolta da CRIF azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information e da SDA Bocconi, prevede che il 2021 inizierà in positivo per le famiglie: si vedranno prestiti in crescita rispetto all’anno 2020 e questo segnerà una ripresa essenziale per il tessuto economico nazionale. Sempre secondo l’indagine questa risalita si noterà già dal primo trimestre, con un andamento finalizzato superiore a 5 mila euro. La variazione positiva per quanto riguarda i mutui dovrebbe essere importante e si attesta tra il +11% e il +26%, rispetto al primo trimestre 2020.

ultimo aggiornamento: 18-01-2021


Investimenti: sempre più risparmiatori puntano a diventare trader professionisti

Aziende: primeggiare nel proprio business grazie all’analisi della concorrenza