Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Ha ammesso di aver picchiato un cane con un martello. La donna, Elizabeth Jaimes, è stata condannata da un tribunale della Florida a più di cinque anni di prigione come riporta Fox News. "Da allora il mio cane, un husky di nome Maya, vive nella paura. Ha riportato fratture e lesioni alla spina dorsale", racconta la proprietaria Kimberly Johns che, su consiglio della veterinaria, ha installato una telecamera nascosta per scoprire la causa delle lesioni riportate sistematicamente dall'animale.  Tagli sulla testa, fratture alle costole, problemi alle zampe. L'husky, secondo gli elementi raccolti, è stato sottoposto a violenze per circa 5 mesi. L'uso di una telecamera ha documentato solo una parte degli abusi: 38 martellate e almeno altri 26 colpi inferti in altro modo. "E' un miracolo se Maya è ancora viva", ha commentato la sua veterinaria che si è detta soddisfatta della sentenza.  "Non ricordo cosa ho fatto quel giorno – ha detto Jaimes riferendosi alle violenze riprese nel video -. Sono stata in cura, non ho mai fatto niente del genere. Non ho mai messo le mani addosso a nessuno ma questo non mi giustifica. Chiedo scusa".  —internazionale/[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 11-05-2024


Giornata degli infermieri, Fnopi: “Senza non c’è salute, noi spina dorsale del Ssn”

Attivisti ultraottantenni di Just Stop Oil tentano di spaccare la teca della Magna Carta – Video