Le novità per la dichiarazione dei redditi 2020 nel modello 730

Le novità per la dichiarazione dei redditi 2020

Ci sono alcune novità da presentare nella dichiarazione dei redditi 2020: ecco cosa cambia nel modello 730/2020 per l’anno di imposta 2019.

Anche nel 2020, come tutti gli anni, ci sono delle novità per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi e il modello 730 utilizzato per la dichiarazione.

Dal 15 gennaio 2020, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito le novità per quanto riguarda la Dichiarazione dei Redditi 2020 e le istruzioni per il modello 730.

Ecco alcune delle novità più importanti, le altre possono essere trovate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Novità per i familiari

Ecco le due novità principali per quanto riguarda i familiari di chi effettua la Dichiarazione dei Redditi 2020:

  • Estensione utilizzo 730 all’erede: Anche gli eredi potranno utilizzare il modello 730 per la dichiarazione per conto di persone decedute entro il 23 luglio 2020, utilizzando un modello semplificato.
  • Nuovo limite per i figli a carico: il limite di reddito massimo per considerare un figlio a carico, fino ai 24 anni, è salito fino a 4000 €.
  • Impatriati: Per tutti i contribuenti che hanno spostato la residenza in Italia entro il 30 aprile 2019, i redditi da lavoro dipendente o simili concorrono a formare il reddito complessivo con il 30% o il 10% se la residenza è stata spostata in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna o Sicilia. Concorrono al 50%.

Ambiente e benessere

Ci sono alcuni bonus che riguardano anche la cura dell’ambiente e il proprio benessere:

  • Detrazione per infrastruttura di ricarica: tutte le spese effettuate dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 per l’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici possono essere detratte in parte. Dall’imposta lorda può essere detratto un massimo del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 3000€.
  • Sport Bonus: In questo caso c’è un credito d’imposta pari al 65% delle somme erogate in favore degli enti gestori o proprietari di impianti sportivi pubblici. Entro un limite massimo del 20% del reddito imponibile.
  • Credito d’imposta per bonifica ambientale: tutte le emissioni di denaro per intervento su edifici e terreni pubblici ai fini della bonifica ambientale, come la rimozione dell’amianto, possono essere recuperati entro un massimo del 65% con un credito d’imposta. Anche in questo caso, entro un limite massimo del 20% del reddito imponibile.
modello 730
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/donna-data-caff%C3%A8-amore-ragazza-2937216/

Altre novità sulla Dichiarazione dei Redditi 2020

Ecco altre novità e detrazioni che potrebbero tornarvi utili:

  • Detrazione per spese di istruzione: fino ad un massimo di 800 € per le spese sostenute nel 2019.
  • 8 x mille all’Irpef: novità nella donazione dell’8×1000, che ora può esser indirizzato anche all’Irpef con una finalità specifica tra cinque opzioni.
  • Pace contributiva: le spese effettuate per il riscatto degli anni non coperti da contribuzione, ai fini della pensione, può essere detratto dall’imposta lorda per il 50% dell’onere speso.

Fonte immagine di copertina: https://pixabay.com/it/photos/scrittura-penna-uomo-inchiostro-1149962/

Fonte immagine interna: https://pixabay.com/it/photos/donna-data-caff%C3%A8-amore-ragazza-2937216/

Ultimo aggiornamento: 13-02-2020