Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Il Verona vince a Lecce 1-0 nel match in calendario oggi per la 28esima giornata della Serie A 2023-2024. I veneti passano in casa dei salentini con il gol di Folorunsho in un match che 'regala' una coda rovente con uno scontro tra il tecnico giallorosso D'Aversa e l'attaccante gialloblu Henry, che riceve una testa dall'allenatore pugliese. La vittoria consente agli scaligeri di salire a 26 punti e di uscire dalla zona retrocessione. Il Lecce rimane a quota 25, con una sola lunghezza di margine sulla terz'ultima posizione occupata a 24 da Udinese e Frosinone. La rete che decide il match arriva al 17'. Folorunsho calcia, Baschirotto devia e spedisce il pallone nell'angolino della propria porta, dove Falcone non può arrivare. Il Lecce reagisce e sfiora il pareggio al 31'. Conclusione mancina di Almqvist, traversa piena. I padroni di casa provano ad aumentare la pressione nella ripresa ma faticano a trovare spazi. La porta di Montipò non corre pericoli reali. Il portiere del Verona al 50' gestisce senza problemi il tiro di Oudin e, per il resto, si limita ad osservare le conclusioni imprecise dei giallorossi. Il Verona vince e conquista 3 punti d'oro. Il finale è ad altissima tensione. Henry viene espulso a gara terminata, scintille con Pongragic e con l'allenatore del Lecce, D'Aversa, che si avvicina a Henry e lo colpisce con una testata.  "C'è stato un finale concitato, già negli ultimi minuti di partita quando ci sono state delle provocazioni. Non volevo che i miei ragazzi prendessero delle squalifiche o simili, siamo venuti a contatto io e Henry: il gesto non è stato bello da vedere, ma la mia intenzione era di dividere gli altri. Ha continuato nelle provocazioni anche a partita finita", dice D'Aversa a Sky.  "A fine partita ho salutato subito Marco Baroni, poi c'era un parapiglia e l'intenzione era quella" di evitare provvedimenti disciplinari per i giocatori. "Con i dirigenti ci siamo parlati ed è finita lì. Non sono entrato in campo per dare una testata, sono andato a salutare Baroni, l'intenzione mia non era di andare da Henry assolutamente. Ripeto: gesto brutto da vedere, a prescindere da tutto". Il Lecce condanna senza mezzi termini il comportamento dell'allenatore: "L'U.S. Lecce, con riferimento all’episodio che ha visto coinvolto l'allenatore D’Aversa ed il giocatore del Verona Henry, pur valutando la situazione di nervosismo generale nel finale di gara, condanna fermamente il gesto del proprio allenatore in quanto contrario ai principi ed ai valori dello sport".   —[email protected] (Web Info)

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 10-03-2024


Ucraina-Russia, Kiev al Papa: “La nostra bandiera è gialla e blu, non bianca”

Terrorismo, il punto di vista di Follini: “Fu un malefico vicino di casa e non un alieno da Marte”