Un progetto interamente italiano che unisce la guida ai negozi fisici più completa al mondo, a uno shop-online e un social media. Tutto in una sola piattaforma.

L’economia digitale anche in Italia si conferma uno dei settori più vivi e vitali. Le start up interessanti e innovative nel nostro paese sono sempre di più. Oggi vi parliamo di SHOPenauer, un progetto ambizioso e unico che si sta facendo notare in rete, anche nel mondo.

Si, avete letto bene, il nome, che è difficile da scordare, prende ispirazione da quello del famoso filosofo ma con un gioco di parole, si riferisce immediatamente

Oggi vi raccontiamo di un progetto che è nato come un sogno, anzi, un’utopia italiana per la sua complessità, ma che ormai ha preso corpo e si sta affermando: SHOPenauer.

shopenauer

L’idea iniziale, immaginata da Marco Bianchi, fondatore della piattaforma e poi sviluppata assieme a Jacopo Golizia, oggi Ceo assieme al primo della società, è stata quella di unire una guida digitale in stile Tripadvisor ai migliori brand e negozi del mondo, a un e-commerce e a un sociale network.

Un cocktail unico ed efficace che oggi si sta rivelando un’idea molto originale ed efficace.

Partiamo dal primo ingrediente del ‘cocktail’ SHOPenauer. La guida a brand e negozi (ma anche showroom).

Oggi SHOPenauer grazie a un immenso database con oltre 40 mila brand presenti in migliaia di città e censiti con un lavoro certosino in 5 anni di lavoro rappresenta la guida più aggiornata al mondo.

E il risultato è riconosciuto anche da Google dato che dal motore di ricerca arrivano oltre 5 milioni di visite l’anno che raddoppiano (e oltre, ogni anno).

Come funziona la guida?

Abbiamo pensato a una sorta di Tripadvisor della moda. Come oggi un utente cerca un buon ristorante di sushi a Milano, un visitatore potrebbe voler cercare un marchio, per esempio Golden Goose a Milano… ma anche una categoria di prodotti: ad esempio i negozi top di sneakers a Parigi.

shopenauer

Oggi queste ricerche possono essere fatte direttamente su SHOPenauer, ma la gran parte del pubblico nel fare ricerca su Google trova il portale sempre nei primissimi risultati perché il motore di ricerca lo suggerisce come il risultato più attinente per rispondere alle ricerche degli utenti.

shopenauer

Il secondo ingrediente? L’e-commerce di SHOPenauer.

Certo. La guida è solo la base per portare grandissimo pubblico e traffico. Ma perché non trasformare questi visitatori in acquirenti di prodotti online?

D’altra parte un utente che cerca un negozio di Golden Goose a Milano sta cercando probabilmente delle sneakers, che poi potrebbe decidere di comprare direttamente online.
E allora perché non fargliele trovare direttamente sulla piattaforma per far sì che l’utente possa decidere se comprarle online o recarsi in negozio?

Oggi i nostri brand e negozi partner possono caricare tutto il loro e-commerce su SHOPenauer.

Un utente di SHOPenauer può navigare come se si trovasse in un unico e-commerce, ma al momento dell’acquisto, viene re-indirizzato sui siti dei nostri clienti. Dove si conclude l’acquisto.

Il nostro modello di business, oltre alla pubblicità e alle pagine Premium della guida, è basato proprio su una fee percentuale percepita sugli acquisti conclusi dai nostri visitatori sui siti partner.

shopenauer

L’ultimo ingrediente: il social network.

Vediamo questo passo come il più ambizioso. Non ci piace l’idea di essere semplicemente un sito che per quanto utile sia solo da consultazione per gli utenti. Vogliamo coinvolgerli, farli partecipare.

Oggi già molte interazioni sono possibili sia sul sito ma anche grazie all’app già disponibile su Ios e Android, in modo che il pubblico possa non solo leggere ma anche interagire con la piattaforma: pubblicare le proprie foto, i look, ma anche progetti creativi legati al mondo del fashion e della creatività. Seguire altri utenti, o profili di brand e negozi.

Creare wishlist utili per sé ma anche da mostrare agli amici ricevendo notifiche quando nuovi prodotti sono inseriti nell’e-commerce, o anche monitorare i prezzi per sapere quando un prodotto ‘osservato’ è andato in sconto.
Pensiamo a questo step su cui stiamo lavorando al vero detonatore del progetto!

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 21-07-2022


Come ottenere i finanziamenti a fondo perduto agricoltura 2022

Prestiti personali: i motivi per scegliere Findomestic