Investire in diamanti può essere una conveniente soluzione, soprattutto quando i mercati sono in crisi. Vediamo di capire come funziona questo metodo di investimento.

Investire in diamanti è una delle migliori alternative quando i rischi di investimento del mercato aumentano. Infatti proprio come l’oro e argento, anche i diamanti tendono ad aumentare il loro prezzo quando il mondo della finanza è in crisi. In ogni caso è necessario conoscere bene l’ambiente per evitare truffe, anche ad opera delle banche, che in questo settore sono sempre dietro l’angolo.

Di recente cinque banche sono state accusate di aver gonfiato i prezzi e i valori dei diamanti, truffando quindi i propri clienti. Vediamo quindi come investire in diamanti in totale sicurezza e quali rischi si corrono in questo settore.

Come investire in diamanti

Investire in diamanti è una pratica che rientra nella categoria degli investimenti alternativi e perciò, rappresenta solo una parte del portafoglio d’investimento. Ma perché investire in diamanti?

La risposta è abbastanza semplice. Infatti sono una buona scelta perché sono materie prime fisiche e possono essere comprati praticamente ovunque, anche online.

Per procedere con questi acquisti però bisogna tenere presente alcune buone norme a cui attenersi, soprattutto se si vogliono evitare truffe o brutte situazioni.

  • Conoscere le basi – per investire in diamanti nel modo giusto è fondamentale conoscere a fondo le basi, ovvero il linguaggio che regola il mercato dei diamanti. Per questo bisogna conoscere le caratteristiche dei diamanti, e cioè Taglio, Purezza, Colore e Peso in carati
  • Fissare un limite – questi investimenti rappresentano solo un parte del portafoglio di un investitore e perciò è importante fissare un limite di investimento che non faccia sforare la cifra pianificata
  • Diversificare – come per qualsiasi altro investimento, anche per quanto riguarda i diamanti è meglio diversificare e non tenere tutto in un unico paniere. Inoltre è meglio non comprare due o tre diamanti della stessa tipologia perché non si può sapere prima quale sarà più semplice liquidare
Investire in diamanti
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/diamante-gemma-cubic-zirconia-123338/
  • I pezzi rari – comparare i pezzi è un passaggio obbligato per poter acquistare il diamante più adatto alle proprie necessità. In più è consigliabile comprare pezzi che non tutti possiedono poiché sarà più semplice da liquidare, grazie alla rarità e alla desiderabilità che possiede quel diamante
  • Certificazione – comprare solo diamanti certificati è la regola più importante, diffidate sempre da ciò che vi dice il venditore perché anche una minima variazione può modificare di molto il valore del diamante. Le pietre con certificazione GIA, emessi dall’istituto gemmologico, sono i più sicuri e controllati
  • La montatura – quando si venderà il diamante è molto probabile che l’acquirente voglia comprare per fare un investimento. In questo caso il valore della montatura del diamante è pari a zero, e il prezzo si basa esclusivamente sul valore della pietra. Perciò bisogna pensare bene a come sarà il diamante una volta montato. In alcuni casi può invogliare all’acquisto mettendo in mostra alcune caratteristiche del diamante. Ma bisogna ricordare che è quasi impossibile valutare un diamante una volata montato

Particolarità dell’investimento

Scegliere di investire in diamanti significa avere uno strumento di copertura dal rischio che ha preso molto piede in questi ultimi anni. Ci sono molti motivi per scegliere di investire in questo settore, che potremmo anche essere definiti veri e propri vantaggi. In particolare possiamo dire che:

  • i diamanti sono un ottimo mezzo per trasferire il valore visto che un oggetto così piccolo vale così tanto e possono esserci situazioni in cui un diamante vale anche un milione di dollari
  • si tratta di un bene durevole, che non si rompe e non si deteriora, ma bisogna evitare di perderlo, anche se può essere assicurato
  • sono beni che non risentono dell’inflazione. Infatti immobili, oro, argento e diamanti acquistano valore con l’inflazione ed è possibile comprarli come se fossero un modo alternativo per mettere capitale da parte
  • visto che sono praticamente indistruttibili è possibile indossare i diamanti e goderseli, perciò si possono usare anche non solo a scopo d’investimento
  • i diamanti sono ovviamente un bene fisico e danno un senso di sicurezza più elevato rispetto a quello che potrebbero dare altri titoli
diamante da investimento
Fonte foto: https://pixabay.com/it/illustrations/diamante-brillante-gemma-gioiello-1186139/

In ogni caso, oltre agli aspetti psicologici e fisici, investire in diamanti può portare a diversi vantaggi finanziari.

I rischi dell’investimento

Come per qualsiasi altro investimento, anche per quello che riguarda i diamanti, ci sono dei rischi da considerare. In generale gli svantaggi con cui ci si può confrontare sono tre, nello specifico:

  • Poca trasparenza dei prezzi – se oro e argento hanno quotazioni che possono essere controllate, i diamanti non le hanno. Anche se è presente un listino prezzi, chiamato Rapaport, non è sufficiente. Infatti considera solo i fattori base, ma il prezzo è definito dal mercato e dalle dinamiche di domanda e offerta. L’unico modo per evitare la poca trasparenza dei prezzi è fare molte ricerche
  • Problemi nella liquidazione – anche se comprare un diamante è abbastanza facile lo stesso non si può dire per la sua liquidazione. Essere sicuri di vendere la pietra la prezzo migliore è fondamentale per poter dire di aver investito in diamanti nel modo giusto. Esistono molte aziende che comprano queste pietre, ma non tutte pagano bene e provare a venderli ad altri rivenditori ma queste negoziazioni sono abbastanza difficoltose. Soprattutto perché bisognerà competere con il fornitore. Perciò per vendere un diamante, soprattutto se di fascia alta, è consigliato rivolgersi ad una casa d’asta dove convergono molti investitori e collezionisti di diamanti
  • Appellarsi alla pazienza – se si vuole investire in diamanti essere pazienti è fondamentale, anche perché è probabile che il diamante acquistato possa acquisire valore l’anno successivo. Quindi è importante pensare ai diamanti come ad un investimento a lungo termine

Conviene investire in diamanti?

Come abbiamo anticipato investire in diamanti rappresenta una scelta a medio o lungo periodo, quindi bisogna capire se l’investimento in diamanti conviene.

In generale possiamo dire che la valutazione della convenienza deriva proprio dall’investimento, o per meglio dire dall’obiettivo a cui punta l’investitore.

Se si è alla ricerca di un investimento sicuro e di medio-lungo periodo, allora i diamanti da investimento sono un’ottima scelta, anche per diversificare il rischio.

Al contrario, se l’investitore vuole guadagnare nel breve periodo, allora questo non è l’asset giusto. Infatti sarebbe più indicato orientarsi verso il trading di azioni, di valute come il forex o le criptovalute.

In ogni caso investire in diamanti significa affidarsi ad un asset abbastanza sicuro, durevole e adatto al medio e lungo periodo. Però, se investire in diamanti è la soluzione che state cercando, ricordate di acquistare solo diamanti certificati.

Fonte foto:
https://pixabay.com/it/photos/diamante-gemma-cubic-zirconia-123338/
https://pixabay.com/it/illustrations/diamante-brillante-gemma-gioiello-1186139/


Frazionamento azionario, cos’è e come funziona lo stock split

Assegni familiari, cosa sono, come richiederli e a chi spettano