Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – "Eravamo sempre all'ultimo banco, lei era bravissima in tutte le materie, non faceva troppo copiare i compiti in classe…”. Il racconto, ai microfoni di Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, è di Guendalina Paolini, amica stretta della presidente del Consiglio ai tempi della scuola, che ha svelato alcuni aspetti inediti della gioventù della presidente del Consiglio e leader di FdI. "Sono stata compagna di banco per cinque anni della premier Meloni in un liceo linguistico sperimentale" racconta.  "Da adolescenti Giorgia voleva assolutamente conoscere Michael Jackson, andò anche sotto il suo hotel per cercare di incontrarlo, ma lo vide solo quando si affacciò al balcone". Quindi il desiderio rimase tale… "Esatto. Però ai tempi c'era un concorso della Coca Cola che prometteva, in caso di vittoria, di poter incontrare l'interprete di Thriller: ci siamo intossicate, ne compravamo 3 o 4 bottiglie al giorno. Ma niente…". Quali erano i suoi pezzi preferiti? "Sicuramente 'Man in the mirror', e poi ci divertivamo a fare il mitico balletto di Jackson, il Moonwalk, nei corridoi della scuola: Giorgia era brava anche in questo".  "Andammo ad un suo concerto allo stadio Flaminio – racconta ancora Paolini -. Ci andammo prestissimo e la leggenda vuole che Giorgia, nella concitazione, perse una scarpa, poi si tolse anche l’altra e poi rimase a piedi nudi per tutto il concerto”. Oltre a Jackson, Giorgia Meloni aveva altri miti adolescenziali? “Essendo una buona giocatrice di pallavolo, gli piaceva moltissimo Andrea Zorzi, ne era quasi innamorata, di quell’amore adolescenziale che l'aveva portata anche ad appendere il suo poster in cameretta”. —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 28-02-2024


Ferrari tra Sainz e Hamilton, con Gp Bahrain parte staffetta

Russia, i piani top secret per le armi nucleari: ecco i criteri per un attacco