Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) –
Sud Chiama Nord (ScN) e Partito Popolare del Nord sono alleati alle prossime Europee per opporsi alle attuali politiche "liberticide" e "centraliste" della Unione europea e dello Stato italiano. E' stata firmata questa mattina, in Sala stampa della Camera dei deputati, l'intesa tra
Cateno De Luca, sindaco di Taormina e leader di Sud chiama Nord (che nei giorni scorsi ha lanciato la lista 'Libertà' che correrà alle europee) e l'ex ministro della Giustizia Roberto Castelli, alla guida del Partito popolare del Nord.  "Uniti per la libertà. Ma non sta nascendo un nuovo partito", ha commentato Cateno De Luca ai giornalisti. L'accordo, annunciato alla presenza anche di Laura Castelli, ex viceministro al Mef, oggi presidente di Sud chiama Nord e del deputato di Scn Francesco Gallo, secondo fonti di ScN avrebbe la "benedizione" di Umberto Bossi già sul piatto. "Stanno già squillando i cellulari", ha evidenziato Laura Castelli in merito al possibile arrivo di nuovi ex Lega. "Il fatto che la parola 'Nord' non sia dimenticata sono sicuro che a Bossi non possa che far piacere", interviene Roberto Castelli alludendo al doppio richiamo alla parola nord nei nomi dei due partiti. "Cercherò Bossi per andarlo a trovare. Vi faremo sapere quando ci incontreremo – prosegue De Luca – Mi intrometto dicendo che più che alla benedizione di Bossi, con grande rispetto, puntiamo a quella degli elettori". —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 07-03-2024


Israele, Imam francese sotto scorta: “Ramadan mese di dialogo, prego per fratelli ebrei”

Pechino Express 2024 al via stasera, concorrenti e coppie: itinerario e dove vederlo