Eurogiro: cos’è “il circuito senza confini”

Le Poste Italiane danno la possibilità di inviare e ricevere denaro verso alcuni Paesi nel giro di tre o quattro giorni. Scopriamo meglio come funziona questo servizio.

Eurogiro, disponibile in oltre 9000 uffici postali, è un servizio che permette di inviare e ricevere denaro in 3-4 giorni, anche senza essere intestatati di conto corrente postale o bancario. Il servizio funziona grazie a una rete telematica che collega i paesi aderenti al circuito.

Inoltre, Poste Italiane ha anche attivato Eurogiro Cash International (ECI), il servizio che mette a disposizione contanti già dal secondo giorno lavorativo bancario successivo a quello della richiesta. Questo servizio è disponibile verso Romania, Albania, Brasile, Marocco, Moldavia ed Egitto.

Come inviare denaro con Eurogiro?

Usufruire di questo servizio è molto semplice. Basta recarsi presso un qualsiasi ufficio postale aderente all’iniziativa e compilare il relativo modulo. È necessario avere con se’ il proprio documento di identità e il codice fiscale.

È possibile anche scaricare il modulo direttamente dal sito delle Poste Italiane, a questo link.

Eurogiro: commissioni

Per gli importi da 0,01 a 100 Euro, l’importo della commissione è di 4,50 Euro. Fino a 400 Euro, invece, ammontano a 10 Euro, mentre da 400,01 Euro fino al massimale consentito le commissioni sono pari a 15 Euro. Queste cifre si intendono per trasferimenti verso Paesi dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo (Area PSD).

Invece, le commissioni per trasferimento verso Paesi extra Unione Europea ammontano, rispettivamente, a 6, 12 e 15 Euro.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/conteggio-banconote-in-euro-affari-3125587/

Dal 30 aprile 2019 fino al 15 gennaio 2020, le commissioni per i trasferimenti verso la Tunisia ammontano a 3 Euro, per tutte le somme versate.

È possibile cancellare la transazione su esclusiva richiesta del cliente e solamente nello stesso giorno in cui è stato richiesto il trasferimento. Le commissioni verranno, in questo caso, rimborsate.

Come incassare gli importi versati con Eurogiro

Il pagamento dei fondi dall’estero tramite rete Eurogiro viene effettuato con assegni di Conto Corrente Postale Vidimati chiamati assegni di pagamento estero non trasferibili. Tali assegni possono essere riscossi presso qualsiasi ufficio postale o versati sul proprio conto corrente.

L’assegno ha validità di 1 mese dalla data di emissione. Dopo questo periodo non può essere più pagato né rinnovato e l’importo viene restituito al mittente.

Eurogiro: quali sono i Paesi abilitati?

Le transazioni in uscita sono possibili verso Albania, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Francia, Giappone, Grecia, Marocco, Polonia, Portogallo, Repubblica di San Marino, Romania, Senegal, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna (compresa Andorra), Svizzera, Togo, Tunisia e Turchia.

In entrata, sono invece possibili verso tutti i Paesi tranne la Romania.

Invece, per quanto riguarda il pagamento in contanti veloce, ossia il servizio Eurogiro Cash International, in uscita è permesso verso Romania, Albania, Brasile, Marocco, Egitto e Moldavia, mentre in entrata da Romania, Albania e Brasile.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/conteggio-banconote-in-euro-affari-3125587/

Ultimo aggiornamento: 23-05-2019

PlayOptions