Quanto percepiscono gli scrutatori e i presidenti di seggio in occasione di elezioni e referendum: modalità di riscossione e assenze.

In occasione di elezioni e referendum, sono impiegati nei seggi gli scrutatori e i presidenti. Per tali figure è previsto un compenso specifico e determinate modalità di riscossione dei propri guadagni, nonché una precisa gestione delle assenze giustificate. Ecco cosa c’è da sapere.

Scrutatori e presidenti: due figure per elezioni e referendum

Scrutatori e presidenti di seggio sono figure che colleghiamo ad elezioni e referendum. Si tratta di professioni – che si svolgono in via occasionale – che permettono, però, di avere un’entrata extra rispetto al proprio stipendio base.

Il compenso elargito a tale figure varia in base a diversi fattori e al tipo di ingaggio elettorale a cui partecipano, ma anche in relazione ai compiti che vengono loro affidati durante la chiamata al voto e in fase di scrutinio.

Il presidente di seggio ha un compenso più alto rispetto agli scrutatori. Le retribuzioni seguono, ad ogni modo, delle tabelle specifiche stabilite dalla legge. Lo scrutatore ha diritto a una sola assenza giustificata e retribuita e al riposo compensativo la giornata seguente.

I compensi stabiliti dalla legge

I presidenti di seggio guadagnano cifre più alte rispetto agli scrutatori, in quanto hanno maggiori responsabilità. Nello specifico, ecco i guadagni degli scrutatori:

  • Referendum: 104 euro;
  • Elezioni amministrative e politiche: 120 euro;
  • Parlamento europeo: 96 euro;
  • Parlamento europeo e amministrative: 121 euro;
  • Parlamento europeo + amministrative comunali + amministrative regionali: 146 euro;

Ecco, di seguito, i compensi stabiliti per i presidenti di seggio:

  • Referendum: 130 euro;
  • Elezioni amministrative e politiche: 150 euro;
  • Parlamento europeo: 120 euro;
  • Parlamento europeo e amministrative: 156 euro;
  • Parlamento europeo + amministrative comunali + amministrative regionali: 194 euro.

Qualora – nello stesso appuntamento elettorale – si verificano più elezioni, saranno aggiunti 37 euro aggiuntivi per i presidenti di seggio, mentre per gli scrutatori la somma è stabilita a 25 euro.

Qualora il presidente sia assegnato a seggi speciali, ad esempio quelli presenti negli ospedali, riceverà una maggiorazione pari a 72 euro, mentre per lo scrutatore la cifra è di 53 euro. I pagamenti sono erogati mediante una comunicazione ricevuta al proprio domicilio o via e-mail in cui sono indicate le modalità di incasso delle somme spettanti.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 01-09-2022


Come si calcola lo stipendio netto in busta paga?

Scostamento di bilancio: di cosa si tratta, a cosa serve e cosa significa per l’Italia