Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) –
Addio all'attore tedesco Fritz Wepper, diventato un volto popolare grazie al ruolo dell'ispettore Harry Klein, fidato assistente dell'ispettore Stephan Derrick (Horst Tappert) della polizia criminale di Monaco di Baviera nell'omonima serie tv "L'ispettore Derrick". Wepper è morto oggi in una casa di riposo in Baviera all'età di 82 anni in seguito alle complicazioni di un tumore. La notizia della scomparsa dell'attore, che si era convertito da tempo al buddismo, è stata annunciata dal quotidiano tedesco "Bild", citando la compagna, la regista Susanne Kellermann.  "L'ispettore Derrick" fu trasmesso per la prima volta dalla televisione tedesca nell'ottobre del 1974, inaugurando un successo clamoroso che durò ininterrottamente per ben 24 anni consecutivi e 281 episodi. Il successo della serie fu poi esportato in tutto il mondo, dalla Francia all'Olanda, dalla Turchia alla Cina, tanto che Derrick è diventato, secondo le ironiche parole dell'ex cancelliere tedesco Helmuth Kohl, "sicuramente il migliore prodotto da esportazione dopo la Volkswagen". In Italia il primo episodio fu trasmesso dalla Rai nel 1979.  Nato a Monaco di Baviera il 17 agosto 1941, Fritz Wepper, figlio dell'avvocato Friedrich Karl Wepper, arruolato nell'esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale e dichiarato disperso in Polonia nel 1945, iniziò la carriera all'età di nove anni nell'emittente radiofonica Bayerischer Rundfunk, dove recitava in un programma per bambini, debuttando a teatro nel 1952 in "Peter Pan". Il suo primo film risale al 959, "Il ponte" di Bernhard Wicki, a cui seguirono una ventina di titoli, tra i quali "L'ultimo treno da Vienna" (1963) di Arthur Hiller.  
Fritz Wepper raggiunse in patria il primo grande successo nel ruolo televisivo dell'assistente Harry Klein al servizio del commissario Herbert Keller (interpretato da Erik Ode) nella serie "Der Kommissar" (1968-74). Lo stesso Harry Klein, questa volta con i gradi di ispettore, divenne poi il fidato assistente (nella finzione a seguito di trasferimento) dell'ispettore capo Stephan Derrick nella serie "L'ispettore Derrick", ruolo che interpretò dal 1974 al 1998.  Altrettanto curiosamente, il suo posto di assistente in "Der Kommissar" fu assunto dal fratello minore (nella vita e anche nella finzione) Elmar Wepper, con il quale recitò, oltre che nell'episodio del passaggio di consegne (2 marzo 1974) anche in altri film e serie televisive. 
Nel 1972 Wepper recitò accanto a Liza Minnelli nel ruolo di Fritz Wendel nella trasposizione cinematografica del musical "Cabaret", film vincitore di ben otto premi Oscar per la regia di Bob Fosse. Oltre che per la sua partecipazione al telefilm "L'ispettore Derrick", Wepper è conosciuto in Italia per aver figurato, insieme a Jutta Speidel, nel cast di "Un ciclone in convento", telefilm tedesco andato in onda su Raiuno a partire dal 2002, in cui interpreta il ruolo del sindaco Wolfgang Wöller. Wepper ha portato avanti questo ruolo fino alla cancellazione della serie dalla tv tedesca, avvenuta nel 2021. Dal 2008 al 2010 Wepper ha recitato insieme alla figlia Sophie Wepper nella serie televisiva "Omicidi nell'alta società", nel ruolo del dottor Wendelin Winter. Fritz Wepper è stato sposato dal 1979 con Angela von Morgen, la quale in precedenza, dal 1968 al 1973, era stata sposata in prime nozze con il principe Ferfried di Hohenzollern. Dal 2009 al 2012 Wepper, durante un periodo di separazione dalla moglie, ha convissuto con la regista e direttrice della fotografia Susanne Kellermann, dalla quale nel 2011 ha avuto una figlia.In seguito ha nuovamente lasciato la moglie per unirsi di nuovo alla Kellermann in una relazione a tratti contrastati. (di Paolo Martini) —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 25-03-2024


Pubblica amministrazione, 148mila assunzioni tra il 2024 e il 2028: profili che mancano

Box office, per ‘Kung Fu Panda 4’ miglior weekend d’esordio del 2024