Draghi non fa fuoco e fiamme e le borse crescono con sobrietà

Le borse reagiscono con un rialzo positivo alle notizie della BCE

Le previsioni sono state perfettamente rispettate e, come sempre accada in questi casi, non essendoci particolari ragioni di sconvolgimenti operativi, le borse continuano nel loro tranquillo trend di crescita anche oggi. Che l’economia fosse in stato di stagnazione ma non di recessione si sapeva, così come il non ricorso all’ LTRLO era previsto. In questa situazione, che sono di 19.700 prima e 20.000 dopo per il FTSE, di 11.350 per il Dax e di 3.200 per lo Stoxx.

Arrivati a questi livelli assisteremo, molto probabilmente a uno storno che potrebbero essere anche piuttosto forte riportando gli indici ai loro supporti base. Questa evenienza è probabile al 75%. Questa ultima onda sarà poi prodoma a un definitivo rialzo degli indici, ma ci sarà, in quanto manca una gamba alla naturale chiusura della fase accumulativa. Bene Unipol che sta chiudendo il gap e si avvicina alla sua prima resistenza posta a 4,26.

Tra i titoli sugli scudi attenzione a Ferragamo che è rimbalzata sul suo quadruplo minimo storico e si sta allontanando dalla pericolosa zona supportiva posta a 17,2 euro. Da quì potrebbe ripartire una crescita di almeno 5 punti percentuali del titolo

PlayOptions

Ultimo aggiornamento: 26-01-2019

Fabrizio Piscopo