Quando si parla di pagamenti, le carte utilizzate sono principalmente di due tipi: le carte bancomat e le carte di credito.

Entrambe hanno le loro caratteristiche, vantaggi e svantaggi.

Quindi, quale delle due è più conveniente?

Pagamento online

Differenza tra carte bancomat e carte di credito

Le carte bancomat sono collegate al conto corrente e consentono di prelevare contanti dagli sportelli automatici. Le carte di credito, invece, sono una forma di prestito. Potete usare le carte di credito per fare acquisti e prelevare contanti, ma dovrete pagare gli interessi sul denaro preso in prestito.

Vantaggi delle carte bancomat

Le carte bancomat sono più accettate delle carte di credito. È possibile utilizzare la carta bancomat presso qualsiasi sportello automatico per prelevare contanti. Inoltre, la maggior parte dei negozi e dei ristoranti accetta le carte bancomat come forma di pagamento.

Le carte di credito non sono accettate ovunque. Alcuni posti accettano solo contanti o assegni.

Le carte bancomat sono anche più sicure delle carte di credito. Se la carta bancomat viene smarrita o rubata, potete segnalarlo alla vostra banca e far cancellare la carta.

Non sarete responsabili di eventuali addebiti non autorizzati. Con una carta di credito, se la carta viene smarrita o rubata, si può essere responsabili fino a 50 euro di spese non autorizzate.

Svantaggi delle carte bancomat

Il principale svantaggio delle carte bancomat è che hanno fondi limitati. Si può spendere solo il denaro presente sul conto corrente. Con una carta di credito, invece, è possibile prendere in prestito denaro a fronte del proprio limite di credito.

Anche le carte bancomat hanno limiti più bassi rispetto alle carte di credito. La maggior parte delle carte bancomat ha un limite giornaliero di 500 euro. Le carte di credito hanno un limite molto più alto, in genere compreso tra 1.000 e 5.000 euro.

Vantaggi delle carte di credito

Il vantaggio principale delle carte di credito è che offrono una linea di credito. Ciò significa che è possibile prendere in prestito denaro a fronte del proprio limite di credito e ripagarlo nel tempo. Le carte di credito hanno anche limiti più elevati rispetto alle carte bancomat.

Inoltre esistono brand come American Express che offrono carte di credito senza un conto corrente, aspetto che non è possibile riscontrare nei bancomat, che sono sempre legati all’apertura di una posizione presso un istituto bancario.

Un altro vantaggio delle carte di credito è che offrono premi e vantaggi. Molte carte di credito offrono cashback, punti o miglia per ogni acquisto effettuato. Alcune offrono anche bonus di iscrizione e tassi percentuali annui (TAEG) fino allo 0%.

Svantaggi delle carte di credito

Lo svantaggio principale delle carte di credito è che hanno tassi di interesse elevati. Se avete un saldo sulla carta di credito, vi verranno addebitati degli interessi. Il TAEG medio di una carta di credito è di circa il 17%.

Inoltre, alcune carte di credito prevedono commissioni annuali e altri costi. Ad esempio, molte carte applicano una commissione per i trasferimenti di saldo o gli anticipi di contante.

In sintesi, sia le carte bancomat che le carte di credito presentano vantaggi e svantaggi. Dipende dalle vostre esigenze e preferenze quale delle due è più conveniente. Se avete bisogno di accedere rapidamente al contante, la carta bancomat è probabilmente la scelta migliore.

Tuttavia, se state cercando un modo per accumulare credito o guadagnare premi, la carta di credito potrebbe essere la scelta migliore. In definitiva, il modo migliore per decidere è confrontare le caratteristiche e i costi di ciascun tipo di carta e scegliere quella che fa al caso vostro.

Come funzionano le carta di credito e il bancomat

Le carte bancomat hanno generalmente un PIN di quattro cifre e vengono utilizzate per prelevare contanti da uno sportello automatico. Le carte di credito hanno un numero di 16 cifre e vengono utilizzate per effettuare acquisti. Sia le carte bancomat che le carte di credito hanno una banda magnetica sul retro che memorizza le informazioni sul conto.

Quando si usa una carta bancomat, la banca verifica che sul conto ci sia denaro sufficiente per coprire la transazione. Quando si utilizza una carta di credito, la società che gestisce la carta di credito paga il venditore per l’acquisto e l’utente accetta di rimborsare la società della carta di credito in un secondo momento.

Sia le carte bancomat che le carte di credito possono essere utilizzate per effettuare acquisti online. Quando si effettua un acquisto, le informazioni sul conto vengono memorizzate sul server dell’esercente. I fondi vengono quindi trasferiti dal vostro conto al conto dell’esercente.

La differenza principale tra carte bancomat e carte di credito è che le carte bancomat sono collegate al conto corrente e possono essere utilizzate solo per prelevare contanti, mentre le carte di credito non sono collegate ad alcun conto particolare e possono essere utilizzate per fare acquisti o prelevare contanti.

Quanto costano i bancomat?

Le carte bancomat sono solitamente gratuite se si dispone di un conto corrente presso la banca. Se non avete un conto corrente, alcune banche vi daranno comunque una carta bancomat pagando un piccolo canone mensile.

Quanto costano le carte di credito?

Le carte di credito hanno generalmente una tassa annuale, ma molte carte rinunciano a tale tassa nel primo anno. Inoltre, la maggior parte delle carte di credito ha tassi di interesse compresi tra il 15% e il 25%. Alcune carte applicano anche commissioni per il trasferimento del saldo e per l’anticipo di contanti.

I POS accettano le carte di credito?

Sì, la maggior parte degli esercenti che accettano carte di credito accetta anche transazioni POS (point-of-service). Le transazioni POS sono simili a quelle con carta di credito, ma vengono elaborate attraverso una rete diversa.

Quando si effettua una transazione POS, l’esercente inserisce i dati del conto in un terminale e sottopone la transazione all’approvazione. Se la transazione viene approvata, i fondi vengono trasferiti dal vostro conto al conto dell’esercente

Alcuni esercenti possono applicare una commissione per le transazioni POS, quindi è sempre meglio chiedere prima di effettuare un acquisto.

Tutti i bancomat accettano le carte di credito?

No, non tutti i bancomat accettano le carte di credito. In generale, solo i bancomat che fanno parte di una rete di banche o di cooperative di credito accettano le carte di credito. Ad esempio, le reti Cirrus e Plus accettano le carte di credito delle principali banche.

Se non si è sicuri che un bancomat accetti o meno le carte di credito, è sempre meglio chiamare prima la banca o l’istituto di credito.

Cosa è meglio utilizzare all’estero tra bancomat e carta di credito?

Quando si viaggia all’estero, è sempre meglio utilizzare una carta di credito. Le carte bancomat possono essere utilizzate per prelevare contanti in valuta locale, ma in genere hanno commissioni e tassi di cambio elevati. Le carte di credito, invece, hanno commissioni e tassi di cambio più bassi.

Inoltre, le carte di credito offrono maggiori protezioni contro le frodi rispetto alle carte bancomat.

Ad esempio, se si utilizza una carta di credito per effettuare un acquisto e l’articolo non viene mai ricevuto, è possibile contestare l’addebito con la società di carte di credito.

D’altro canto, se utilizzate una carta bancomat per prelevare contanti da uno sportello automatico e la macchina non eroga il contante, sarete responsabili della perdita .

In sintesi, sia le carte bancomat che le carte di credito hanno i loro pro e contro. Dipende dalle vostre esigenze quale delle due è più conveniente per voi. Se avete bisogno di accedere al contante, la carta bancomat è probabilmente la scelta migliore. Se invece dovete fare acquisti o viaggiare all’estero, la carta di credito è probabilmente la scelta migliore.

Riproduzione riservata © 2022 - EFO

ultimo aggiornamento: 08-08-2022


Meta perde 2,8 miliardi di dollari nel secondo trimestre del 2022

Bonus 200 euro esteso alle categorie escluse: ecco chi lo riceverà