Tutte le detrazioni per il Sismabonus 2020 e come accedervi

Tutte le detrazioni per il Sismabonus 2020

Quali sono le detrazioni per il Sismabonus 2020? Come accedervi? Ecco una rapida e semplice guida.

Il Sismabonus 2020 è un’insieme di agevolazioni fiscali e detrazioni che vengono erogate nel caso in cui si effettuino lavori appositi durante la costruzione di un immobile o lavori di ristrutturazione che riguardano le misure antisismiche.

Si tratta di un bonus fiscale ormai in vigore dal 2017 e, all’epoca, programmato fino al 2021, quindi era ovvio che fosse rinnovato anche per il 2020.

Ma in cosa consiste? Come è possibile accedervi?

Cos’è il Sismabonus 2020

La detrazione fiscale del Sismabonus può andare dal 50% all’85% delle spese sostenute per lavori che riguardano sistemi antisismici, sia nel caso di nuove costruzione che nel caso di ristrutturazioni.

Questo bonus si applica non solo a chi effettua i lavori, ma anche a chi acquista abitazione vendute da imprese di costruzione o ristrutturazione che hanno realizzato interventi antisismici nelle abitazioni che hanno messo in vendita o ristrutturato.

Ecco le diverse tipologie di detrazione:

  • Detrazione del 50%: calcolata su un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare (per ogni anno dal 2017). Viene ripartita in cinque quote annuali di importo uguale.
  • Detrazione dal 75% all’85%: effettuata quando si riduce il rischio sismico di una o due classi o quando i lavori sono realizzati nei condomini. Anche in questo caso, il massimo importo da detrarre è di 96.000 € e viene ripartito in cinque quote annuali di pari importo.

Le detrazioni valgono anche per coloro che comprano abitazioni in zone a rischio sismico 1. In questo caso è possibile detrarre il 75% o 85% fino a un massimo di 96.000 euro.

Bonus
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/fiscale-forme-reddito-business-468440/

Come usufruire del Sismabonus 2020?

Ecco quando e come potete sfruttare questo bonus fiscale:

  • Potrete sfruttare questa detrazione non solo per ristrutturazioni o costruzioni di nuove abitazioni, ma anche nel caso di totale demolizione e ricostruzione di interi edifici. Ovviamente, questo vale solo se lo scopo della demolizione e della ricostruzione è per abbattere il rischio sismico.
  • Il Bonus può essere calcolato anche sugli acconti pagati. Questo, però, solo nel caso in cui il preliminare di vendita dell’immobile sia registrato entro la data di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale volete sfruttare la detrazione dovuta dal bonus.
  • Non è necessario effettuare pagamenti con bonifico bancario o postale per poter richiedere il bonus.

Infine, per quanto riguarda la cessione del credito derivato dalla detrazione , il credito si può cedere a soggetti privati di varia natura che sono collegati direttamente ai lavori effettuati.

Ad esempio, se i lavori per i quali può essere richiesto il credito sono effettuate da un gruppo societario, una società di tale gruppo può cedere il credito ad un’altra società del gruppo. il credito può essere ceduto.

Fonte immagine di copertina: https://pixabay.com/it/photos/vicolo-strada-medioevo-ivy-1690053/

Fonte immagine interna: https://pixabay.com/it/photos/fiscale-forme-reddito-business-468440/

Ultimo aggiornamento: 29-02-2020