Decisa risalita degli indici in giornata

In attesa degli esiti del colloquio Conte Junker, gli indici europei rimbalzano con decisione

Gli indici europei prendono con decisione la strada del rialzo. La paura di rompere i solidi supporti , con la prospettiva di un’ulteriore discesa del 10%,  prevale sulla tentazione ribassista.

Il Ftse si dirige a 19.000, come anticipato, il Dax a 11.000 e lo Stoxx a 3.100. Ancora una volta i livelli sono stati perfettamente previsti. I supporti hanno contenuto l’ondata ribassista e, se i colloqui tra Europa e Italia e tra Cina e USA saranno concilianti, avremo altri rialzi. I livelli entro fine anno sono di 19.700 ( forse anche 20.250 ) per il Ftse , di 11.700 per il  Dax e di 3.200 per lo Stoxx. Insomma un mini rally dignitoso. Al ribasso i supporti sono sempre gli stessi Ftse 18.400, Dax 10.600 , Stoxx 3.000.

Il Vix è tornato a 21 . livello di maggior tranquillità. Il Vix, come noto, misura la volatilità dello S&P e viene quotato al CBOE. Nell’area dedicata alla formazione parleremo di questo indicatore inversamente proporzionale rispetto alle quotazioni dello S&P. Infine il cross tra T- Note di 2 anni e T -Note di 10 anni è lontano dati i rendimenti del 2,5% del primo e del 3,3% del secondo. Volatilità del Dax ( implicita ) intorno a 22.

In termini metereologici, il tempo si avvia verso il sereno, dopo giorni di bassa pressione.

PlayOptions

Ultimo aggiornamento: 12-12-2018

Fabrizio Piscopo