La Home Care Premium è una prestazione di assistenza domiciliare dell’Inps. Scopriamo i suoi dettagli, come funziona e come farne richiesta.

Le prestazioni di assistenza domiciliare si rivolgono a persone non autosufficienti, con l’obiettivo di intervenire sulla loro sfera socio-assistenziale e prevenirne il decadimento cognitivo.

Il servizio consiste in un contributo economico finalizzato al rimborso della spesa sostenuta per l’assistente domiciliare assunto con contratto di lavoro domestico; inoltre, tra le prestazioni integrative, ci sono i servizi di assistenza alla persona, erogati dagli ambiti territoriali e dagli enti convenzionati con l’Inps, previa accettazione del piano socio-assistenziale. Tuttavia, se nella zona non è presente alcun organismo convenzionato, il beneficiario ha diritto al 10% in più sull’importo della prestazione.

HCP: chi può fare richiesta?

La prestazione è rivolta ai:

  • dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e i loro coniugi;
  • parenti di primo grado, anche non conviventi;
  • soggetti legati da unione civile e conviventi;
  • fratelli o sorelle del titolare, se ne è curatore o tutore;
  • minori orfani di dipendenti già iscritti alla Gestione Unitaria e di utenti pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici.

Inoltre, i beneficiari devono essere individuati tra i soggetti maggiori o minori di età, con disabilità.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/sedia-a-rotelle-disabile-carrozzina-1629490/

Assistenza domiciliare: come fare domanda

Per fare domanda attraverso gli enti convenzionati è necessario aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE socio-sanitario. Il valore dell’ISEE è necessario per contribuire a determinare il posizionamento in graduatoria e l’ammontare del contributo.

La domanda può essere presentata online, al servizio dedicato (“Domande welfare in un click”), utilizzando il PIN rilasciato dall’Inps, oppure attraverso i patronati. Infine, è possibile anche contattare i numeri 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile, premunendosi sempre del PIN, che può essere richiesto a questo link.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/sedia-a-rotelle-disabile-carrozzina-1629490/

TAG:
assistenza domiciliare disabilità guide Inps

ultimo aggiornamento: 24-05-2019


Andare short o andare long, cosa vuol dire: definizione

Come addebitare il canone Rai sulla pensione