Esenzione 048, ecco cos'è, quanto dura e cosa comprende

Esenzione 048, ecco cos’è, quanto dura e cosa comprende

L’esenzione 048 è una delle tutele che lo Stato prevede per quelle persone che soffrono di malattie particolari e perciò hanno bisogno di cure o visite specialistiche. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Le persone che soffrono di patologie rare o particolari può decidere di fare richiesta per l’esenzione 048. In questo modo è possibile essere sollevati dall’obbligo di pagare il normale ticket sanitario, ciò significa che prestazioni ospedaliere e farmaci legati alla malattia di cui si soffre sono gratuiti.

Ovviamente solo alcune persone possono fare richiesta per l’esenzione 048, che viene rilasciata unicamente per alcune patologie e generalmente per patologie di natura oncologica. Inoltre in casi più specifici è anche possibile usufruire dei benefici della Legge 104. In ogni caso vediamo come richiedere l’esenzione, cosa comprende e, nel caso sia scaduta, come rinnovarla.

In generale però possiamo dire che l’esenzione 048 permette di ottenere un’esenzione per quello che riguarda:

  • Farmaci necessari alla cura della patologia
  • Visite mediche, specialistiche e infermieristiche
  • Esami diagnostici come TAC, radiografie ed ecografie

I benefici dell’esenzione 048

Esenzione 048
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/stetoscopio-doctor-medico-1584223/

Se siete riusciti a fare richiesta e ad ottenere l’esenzione 048 quindi non dovrete pagare il ticket sanitario nelle strutture mediche pubbliche o convenzionate. Quasi tutte le prestazione saranno perciò gratuite e lo saranno anche i farmaci necessari a curare la patologia o tumore.

Per fare un esempio, se soffrite di una neoplasia della pelle e cadete rompendovi un braccio, dovrete comunque pagare il ticket relativo alla prestazione per la frattura. L’esenzione vale quindi solo per le complicazioni o le cure direttamente connesse alla patologia di cui soffrite.

A chi spetta

L’esenzione 048 spetta di diritto a tutte quelle persone che soffrono di patologie o tumori maligni o che hanno esito incerto. Come abbiamo già detto grazie a questa esenzione si ha diritto a non pagare il ticket per farmaci, visite specialistiche, esami diagnostici e prestazioni sanitarie legate alla malattia.

Per poter ottenere questa tutela statale sarà necessario portare all’ASL di riferimento un certificato che attesti l’esistenza della patologia. Normalmente questo foglio è rilasciato dal medico che ha effettuato la visita e ha diagnosticato la patologia.

L’ASL quindi rilascerà un ulteriore certificato di esenzione che dovrà essere consegnato al medico curante. In questo modo quest’ultimo potrà inserire il codice di esenzione nel software.

Così ogni volta che verrà emessa una ricetta questa riporterà automaticamente il codice di esenzione. Va ricordato che vengono accettati solo documenti di strutture sanitarie pubbliche o private, in questo modo vengono evitate le contraffazioni.

Quanto dura l’esenzione 048

In generale la durata dell’esenzione 048 è di 5 anni, ma ovviamente è possibile rinnovarla alla scadenza. Questo è possibile solo se ci sono determinati termini. Secondo queste condizioni l’esenzione può durare:

  • 5 anni e può essere rinnovata se alla scadenza rimane la necessità di controlli specialistici, che però devono essere confermati da una struttura sanitaria pubblica o convenzionata al Servizio Sanitario Nazionale
  • 10 anni e oltre il decimo anno può essere rinnovata su conferma della struttura che ha in cura il paziente
  • Illimitata solo se ci sono specifici criteri relativi alla patologia in essere, la forma clinica e la risposta del paziente alla terapia

Tipologie di invalidità

Ci sono diverse tipologie e gradi di invalidità comprese dall’esenzione 048, soprattutto perché non tutte le patologie o tumori sono uguali. Infatti ci sono casi in cui queste malattie possono essere completamente curate, mentre altri in cui il percorso di cura è molto lungo e, nei casi più sfortunati, non esiste una cura.

Quando viene riconosciuta la patologia per cui è possibile richiedere l’esenzione 048, viene riconosciuta una percentuale di invalidità al paziente, al quale spettano diversi diritti. In generale le percentuali di invalidità relative a chi soffre di tumori sono tre, ovvero:

  • 11% – Neoplasia con lieve danneggiamento funzionale
  • 70% – quando la patologia comprende un importante danneggiamento alle funzioni
  • 100% – quando la prognosi della malattia è nefasta o non esiste una cura

Diritti di invalidità

Come possiamo immaginare, in funzione del tipo di invalidità e del reddito si può avere diritto a determinati benefici. In caso di invalidità completa è possibile ottenere:

  • Pensione di inabilità per invalidi civili, pari a 282,50 euro, con la tredicesima, ma senza quattordicesima. Ne hai diritto solo se il reddito non è maggiore di 16.449,85 euro annui
  • Esenzione ticket per tutti i farmaci e le prestazioni sanitarie, anche se non sono collegati alla tua patologia oncologica

In caso di invalidità dal 74% al 99% si ha diritto alla pensione di inabilità per invalidi civili, pari a 282,50 euro ma solo se il reddito non è maggiore di 4.795,56 euro annui. In caso di invalidità inferiore al 74% non si ha diritto alla pensione, bensì solo all’esenzione ticket per la tua patologia.

Ovviamente per reddito annuo si intende solo il reddito personale, quindi non conta quello familiare, del coniuge o di altre persone presenti nel nucleo familiare.

Rinnovo dell’esenzione 048

Come abbiamo detto prima l’esenzione 048 ha una durata di cinque anni, che però possono variare in base al tipo di patologia di cui si soffre. Nell’arco di validità dell’esenzione non sarà necessario fare nulla, tanto che sulla ricetta sarà automaticamente impresso il codice relativo all’esenzione e alla patologia.

Nel momento in cui l’esenzione 048 scade bisognerà semplicemente presentarsi all’ASL di riferimento e richiedere il rinnovo, senza presentare ulteriori certificati. L’unica cosa da fare è effettuare una valutazione oncologica presso il Centro Oncologico di Riferimento Dipartimentale. Per questa visita sarà necessario presentare:

  • Richiesta del tuo medico curante per valutazione medica rinnovo esenzione
  • Libretto di esenzione scaduto o in scadenza
  • La documentazione medica relativa alla malattia, compresa la diagnosi iniziale

Fonte foto:
https://pixabay.com/it/photos/stetoscopio-doctor-medico-1584223/

Ultimo aggiornamento: 18-06-2020