Avete deciso di iniziare ad investire online ma non avete le idee ben chiare per iniziare?

Sicuramente iniziare a fare trading rientra fra i metodi di investire online più accessibili, è sicuramente un metodo che ha i suoi rischi ma ha anche i suoi vantaggi.

Il trading online oggi è diventato, per molti, un vero e proprio lavoro, non vogliamo illustrarvi quanto sia semplice, bensì quanto potrebbe essere remunerativo.
Quello del trader, è sicuramente uno dei mestieri più gratificanti del mondo ma come si diventa trader?
Nei prossimi paragrafi vi spieghiamo i primi 5 step da compiere per muovere i primi passi nel trading online.

Trading online

1. Istruzione e formazione

Per prima cosa, non possiamo non citare istruzione e formazione.
Come un medico esegue determinate procedure in un’operazione chirurgica dopo essersi laureato e specializzato, allo stesso modo il trader dovrà formarsi attraverso corsi e molta pratica per poter operare al meglio sui mercati finanziari.
Ad oggi, ci sono sono moltissimi di servizi gratuiti sul web per imparare a fare trading.
E’ possibile imparare gratis a fare trading su Youtube o grazie ai broker di trading che offrono sezioni formative ed ebook gratuiti.
Ovviamente, se avete la possibilità di investire denaro nella vostra formazione, ci sono moltissimi corsi a pagamento fatti ad opera d’arte, ma è possibile imparare anche da zero.
Per altro, oggi esistono tantissimi podcast che offrono ottimi spunti sul mondo del trading e sui mercati, sia per quanto riguarda:
Il mercato Valutario;
Il mercato Azionario;
Il mercato della criptovalute.

2. Pianificare le proprie operazioni di trading

Lo step successivo dopo aver migliorato la propria formazione sarà quello di creare un vero e proprio piano di trading.
Non esiste “il metodo migliore” per fare trading sui mercati, ma esiste il metodo più adatto alle proprie esigenze, per cui, ogni metodo è diverso.
Sicuramente sarà fondamentale essere accurati e dettagliati nella pianificazione delle proprie operazioni.
Con determinazione e duro lavoro arriverete a stilare il miglior piano di trading da seguire.
Sicuramente, nel vostro piano, non dovranno mancare le seguenti sezioni:
Timeframe: intervallo di tempo in cui volete investire;
Risk Management: % di rischio per ogni operazione;
Tipo di mercato: azioni, criptovalute, coppie di valute, materie prime, indici di borsa ecc..
Tipologia di analisi da adottare: tecnica o fondamentale;
Goals: obiettivo in %.

3. Scegliere un broker con cui fare trading

Dopo aver approfondito le conoscenze di mercato e dopo aver stilato un piano di trading, bisognerà passare al lato pratico del business.
Per investire con il trading sarà necessario aprire un conto con un broker di trading online.
Ogni buon broker offre una piattaforma interattiva e all’avanguardia per l’avvio delle vostre operazioni ma badate bene, non tutti i broker sono sicuri.
La scelta del broker è un momento clou, molto delicato in quanto per avviare delle operazioni di trading dovrete depositare del denaro sul broker. Il broker, in sostanza, sarà il mezzo per investire, l’intermediario tra voi e l’investimento che dovete compiere.
In primis, se siete alle prime armi vi consigliamo di utilizzare broker regolamentati e certificati dalla CySEC, ente di regolamentazione europeo che vi tutela da ogni possibile truffa.
Inoltre, i migliori broker di trading offrono ai propri utenti delle piattaforme demo per testare e capire come funziona il trading senza rischiare di perdere denaro.
Avrete la possibilità, infatti, di utilizzare denaro virtuale, gratuitamente.
Come si usano queste piattaforme?
Innanzitutto sono molto intuitive e la maggior parte delle persone agli inizi non ha idea di come muoversi.
Torniamo sempre al solito discorso, i migliori broker offrono risorse per l’apprendimento delle piattaforme che ospitano e la maggior parte dei broker ha dei video tutorial esplicativi molto semplici da comprendere per capire come sfruttare al meglio le funzionalità del broker.

4. Il diario di trading

Nonostante da molti sia sottovalutato, creare un diario di trading è la miglior cosa che possiate iniziare a fare se siete alla prime armi.
Annotare ogni operazione quando si è all’inizio, attraverso un semplice foglio di calcolo, è comodo perché vi aiuta a non strafare e a tenere d’occhio i vostri investimenti.
Annotare un momento della giornata particolarmente redditizio è molto utile per fermarsi, allo stesso modo quando si è in perdita può essere un campanello d’allarme.
Nessuna operazione di trading avrà un rendimento sempre al rialzo ed è bene capire il momento giusto in cui fermarsi e quello giusto per ricominciare.

5. Seguire gli altri trader

Il modo migliore per imparare a fare qualsiasi cosa, è vedere come la fa chi è più bravo di te.
Su questo non ci sono dubbi. Funziona così anche con il trading e ci sono trader che offrono la possibilità di farsi “copiare” e piattaforme che offrono la possibilità di copiare i trader più esperti.

Conclusioni

Con questo articolo abbiamo provato a ricapitolarvi quali sono i primi passi da compiere quando si è agli inizi con il trading. Non stiamo qui a dirvi che dall’oggi al domani, farete i milioni, assolutamente no.
Con studio e costanza otterrete sicuramente risultati migliori.

Per informazioni dettagliate vi segnaliamo la guida Bassilo.it
Ogni persona ha i suoi tempi per apprendere e per migliorarsi, ma soprattutto per capire se il business del trading è adatto alle proprie esigenze.
Potenzialmente potrebbe essere il miglior lavoro del mondo perché basta un computer e una buona rete internet per fare trading.
Ma ci teniamo a chiarirvi che non ci sono scorciatoie per il successo in questa carriera.
L’80-90% dei trader falliscono, ecco perché il fantomatico “duro lavoro” che vi abbiamo più volte citato sarà fondamentale per avere successo.

ultimo aggiornamento: 19-05-2021


Gruppo Intergea

Auto e mobilità: è boom di richieste per il noleggio a lungo termine