Chi è Tim Cook, l’amministratore delegato della Apple

Tim Cook è il CEO della Apple. Ha lavorato fianco a fianco con Steve Jobs, uno dei co-fondatori dell’azienda.

Tim Cook è nato l’1 novembre 1960 a Mobile, Alabama, negli Stati Uniti. Dopo essersi laureato in ingegneria industriale presso la Auburn University, nel 1982, comincia a lavorare con l’azienda di computer IBM, con la quale rimane per 12 anni. In seguito, lavora per altre compagnie, quali la Intelligent Electronics e la Compaq.

Nel 1998, Steve Jobs chiede a Cook di entrare a far parte della Apple. Inizialmente, l’uomo ricopre la posizione di vice presidente senior per le operazioni internazionali. Le attività di Tim hanno mantenuto i costi dell’azienda sotto controllo e, insieme al design e alla scaltrezza dell’azienda, sono riuscite a generare enormi profitti.

Il 24 agosto 2011 Jobs diventa presidente del consiglio d’amministrazione dell’azienda, mentre Cook viene nominato amministratore delegato Apple. Sotto la sua leadership, la compagnia telefonica ha aumentato le sue donazioni in beneficenza.

Secondo Fortune, Tim Cook possiede azioni della Apple pari a 120 miliardi di dollari e stock option pari a 665 milioni di dollari. A marzo 2015, ha dichiarato di aver pianificato di voler donare l’intero ammontare delle sue azioni in beneficenza. Il suo patrimonio netto è stimato a 785 milioni di dollari nel 2015.

Apple, l’azienda produttrice di Mac e iPhone

Fonte foto: https://pixabay.com/it/macbook-notebook-home-office-336692/

La Apple è un’azienda statunitense che produce sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali. Nasce nel 1976 da Steve Jobs, Steve Wozniak e Rondal Wayne a Cupertino, in California.

Nei primi anni ‘80, l’azienda si fa conoscere grazie alla gamma di computer Macintosh, mentre successivamente crea prodotti quali il lettore di musica digitale iPod, i computer Mac, la serie di smartphone iPhone e i tablet iPad. Tra i software sviluppati, risultano i sistemi operativi macOS e iOS, iTunes, il browser Safari, iCloud e altri.

Uno dei prodotti più famosi dell’azienda, l’iPhone, viene messo in commercio nel 2007, ponendo le basi per l’ingresso della Apple nel settore della telefonia mobile. Nei primi 200 giorni di vendita, l’iPhone conquista il mercato con 4 milioni di unità vendute. Dall’11 luglio 2008, il telefono viene commercializzato in 22 Paesi, tra i quali l’Italia. Il 28 luglio 2016, Tim Cook comunica che sono stati venduti 1 miliardo di iPhone sin dalla sua introduzione.

Per l’anno fiscale 2018, la Apple ha registrato entrare pari a 265 miliardi di dollari. È la compagnia tecnologica più grande del mondo per entrate e il terzo produttore di telefonia, dopo Samsung e Huawei. Ad agosto 2018, è diventata la prima azienda pubblica statunitense ad essere valutata a oltre 1 triliardo di dollari.

Steve Jobs, il genio della Apple

Steve Jobs è stato il co-fondatore, presidente e amministratore delegato della Apple. Lui e Wozniak fondano l’azienda nel 1976, per vendere il primo computer creato da Wozniak stesso, Apple I. Il progetto ha successo e un anno dopo viene creato Apple II. Da allora, i due cominciano a produrre e migliorare diversi prodotti del genere.

Fonte foto: https://allaboutstevejobs.com/

A soli 23 anni, nel 1978, Steve Jobs vale 1 milione di dollari, che in due annidiventano 250 milioni. Nel 1985 Jobs lascia l’azienda per divergenza di visioni con il presidente. Vi ritornerà nel 1997, con la carica di amministratore delegato. Da marzo 1998 comincia a lavorare strenuamente per aumentare i profitti della Apple che, sotto la sua guida, aumenta significativamente le vendite, grazie all’introduzione del computer Mac e di altri prodotti, come l’iPhone.

Nel 2003 gli viene diagnosticato un tumore al pancreas, che inizialmente cura con la medicina alternativa. Il 17 gennaio 2011, un anno e mezzo dopo essere tornato a lavoro in seguito a un trapianto di fegato, la Apple fornisce un permesso a Jobs per lasciare il lavoro per motivi di salute, nonostante l’uomo continua ad essere presente ad alcuni eventi di lancio di prodotti. Il 24 agosto 2011, Steve annuncia le dimissioni dalla carica di CEO dell’azienda, diventando presidente del consiglio d’amministrazione. Tim Cook diventa amministratore delegato al suo posto. Jobs continua a lavorare per la Apple fino al giorno prima della sua morte, avvenuta il 5 ottobre 2011.

Ultimo aggiornamento: 12-01-2019

PlayOptions