Borse in leggera ritirata.

Borse in leggera ritirata.

Dopo l’ exploit dei giorni scorsi dovuti al buon andamento dei negoziati Usa Cina, le borse tornano a sfornare leggermente.

Il  Ftse Mib , però, mantiene i 22.000 punti. 

Il primo accordo commerciale tra Usa e Cina vede il rinvio dell’aumento del 25% al 30% dei dati sui prodotti importati dalla Cina per 250 miliardi di dollari. In giornata indice nostrano ha avuto una flessione dello 0,3% anche se per un breve periodo aveva violati 22.000 punti il massimo è stato toccato 22.156 punti.

Il controvalore degli scambi è sceso a 1,64 miliardi di euro rispetto al 2,7 miliardi di venerdì. Lo spread è a 138 punti. I titoli del settore bancario hanno ballato un po’. Unicredit ha registrato una flessione dello 0,50% dopo la forte crescita delle due scorse sedute, mentre in rosso e anche Monte dei Paschi di Siena a -0,88 intesa San Paolo e scesa dello 0,27% e ha chiuso 2,18 e le analisti di banca a non sanno peggiorate giudizio portandolo da Buy ad  accumulate.

Continuano invece crescere DPM e di banca in quanto è sempre viva voce di un’integrazione fra i due istituti bancari che richiederebbero aumento di capitale del valore compreso però fra i 2,5 miliardi e 3,5 miliardi. Sul settore petrolifero – per rendere -0,66 e Tenaris ha ceduto ben il 2,64%. Anche Saddam è sceso nonostante Mediobanca abbia incrementato da € 4,6 a 5,5 target del titolo.

Importanti prese di beneficio su STM che perde quasi un punto percentuale. Il prossimo obiettivo del compratore € 20 dove si trova però un livello di resistenza molto importante. Dopo le dichiarazioni di Debenedetti è cresciuto fortemente GEDI guadagnando il 16%. Infine titolo di curiosità recupera Bio – on che ha registrato un balzo del 23,7% e si riporta € 7,25 dopo essere rimasto sospeso per eccesso di rialzo per quasi tutta la seduta. Bio – on ed è stato certificato dalla società di revisione Ernst Young . 

Rimaniamo dell’opinione che lo storno, anche violento, sia alle porte e queste repentine crescite sono degli ottimi momenti per alleggerire il proprio portafoglio dei titoli azionari.

Ultimo aggiornamento: 14-10-2019