Direttore: Alessandro Plateroti

(Adnkronos) – Primavera, in teoria. Ma tra aria artica che ha abbassato drasticamente le temperature e un ciclone che ha portato piogge su tutto il territorio nazionale, l'Italia nei fatti si trova ancora nella morsa dell'inverno con neve che arriverà quasi in pianura. E' questo il quadro meteo delineato dagli esperti nelle previsioni per oggi, 22 aprile 2024, e per i giorni a venire. Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it ci spiega cosa sta accadendo. Aria artica dalla Scandinavia è riuscita a raggiungere il Mar Mediterraneo generando un ciclone che si è posizionato sul Mar Ligure. In queste ore il ciclone sta pilotando una perturbazione che provoca precipitazioni diffuse su tutte le regioni settentrionali. I fenomeni potranno presentarsi anche sotto forma di temporale con probabile grandine. A causa del continuo afflusso di aria fredda le temperature subiranno una drastica diminuzione al Nord, specie a ovest dove non supereranno di giorno i 6°C. La neve quindi scenderà diffusa sulle Alpi fino a quote collinari se non anche su alcuni tratti di pianura del Piemonte, specie sul cuneese e sull’astigiano. La fredda perturbazione riuscirà a interessare pure la Toscana, le Marche localmente l’Umbria con neve sopra i 1300 metri. Da Martedì il vortice inizierà a muoversi lentamente verso il Centro, pioverà e nevicherà a bassa quota al Nord e stavolta pure su gran parte delle regioni centrali con nevicate sugli Appennini mediamente a 1000 metri. Il Sud rimarrà in attesa e godrà di giornate soleggiate con un clima anche mite. Sarà da mercoledì che il vortice inizierà a muoversi verso il Meridione coinvolgendo quindi il Sud, ancora il Centro, parzialmente il Nordest e liberando, invece, dal maltempo il Nordovest dove tornerà il sole e un clima più mite. Brusco calo termico anche al Centro-Sud con quasi 10°C in meno rispetto a inizio settimana. La situazione subirà un ulteriore miglioramento in concomitanza con il ponte del 25 aprile. Da giovedì 25 la pressione comincerà ad aumentare e l’anticiclone africano a risalire dall’Africa verso le nostre regioni. Rimarrà attiva una certa instabilità pomeridiana con temporali soprattutto sui rilievi e zone vicine ad esse, mentre per il weekend del 27-28 il bel tempo sarà prevalente e il clima piuttosto mite su gran parte delle regioni.  Lunedì 22. Al nord: maltempo invernale, neve in collina. Al centro: instabile in Toscana, alta Umbria e Marche. Al sud: soleggiato e mite. Martedì 23. Al nord: pioggia e neve a 800 metri. Al centro: rovesci e neve a 1200 metri. Al sud: nubi irregolari, clima mite. Mercoledì 24. Al nord: instabile al Nordest, sole altrove. Al centro: instabile con temporali e neve a 900 metri. Al sud: via via più instabile e fresco. Tendenza: pressione in graduale aumento, ma con temporali pomeridiani. —[email protected] (Web Info)

Riproduzione riservata © 2024 - EFO

adnkronos ultimora

ultimo aggiornamento: 22-04-2024


Ucraina-Russia, Kiev e le armi Usa: cosa cambia ora? L’analisi

Borrell: “Israele non attacchi Rafah, sarebbe massacro per un milione di civili”